Home News Reazione Roma, ma non basta: col Milan finisce 1-1. Analisi a pagelle

Reazione Roma, ma non basta: col Milan finisce 1-1. Analisi a pagelle

0
CONDIVIDI

Ecco come è andata la sfida Champions tra giallorossi e rossoneri

Protagoniste qualche giorno fa in Coppa Italia, con destini totalmente differenti, Roma e Milan si ritrovano di fronte all’Olimpico. In ballo c’è il quarto posto, ma la sconfitta dell’Inter obbliga le due squadre a sognare qualcosa in più.

Di Francesco, senza Cristante e Nzonzi squalificati, ritrova De Rossi, al quale affianca Zaniolo e Pellegrini. In attacco Schick e Florenzi a supporto di Dzeko. Nessuna novità particolare, invece, in casa rossonera. E l’inizio premia i padroni di casa, con la Roma che nei primi 10 minuti staziona stabilmente nella metà campo avversaria, senza però pungere. È la squadra di Gattuso a punire alla prima chance buona, sfruttando un errore di Pellegrini, che regala palla a Paquetà. Il brasiliano, dalla sinistra, mette dentro un preciso cross per Piatek, che brucia sul tempo Fazio e batte Olsen. I giallorossi provano a reagire nel finale, ma sbattono su un prodigioso Donnarumma, che prima salva su un colpo di testa angolato di Schick, poi mura in uscita Dzeko. Si arriva così alla ripresa, e i capitolini trovano subito il pareggio. Ci pensa il solito Zaniolo, che spinge a rete da pochi passi dopo una respinta di Donnarumma su un tocco di Musacchio. E da lì è un assolo giallorosso. La Roma gioca bene e con nuova verve. Crea occasioni ma non concretizza, Donnarumma ha sempre il mantello da supereroe e ferma ancora un colpo di testa di Dzeko. Anche il palo dice di “no” alla squadra Di Francesco, con l’urlo di Pellegrini che rimane strozzato. Nel finale è bravo Olsen su Laxalt, ma termina 1-1.

Neanche una vittoria, probabilmente, avrebbe cancellato i mostri di Firenze. Ma la risposta della Roma c’è stata. Ai punti, infatti, avrebbe meritato la squadra Di Francesco. Caparbia e frizzante, seppur con le solite macchie. La via della guarigione è ancora lunga e tortuosa. La difesa, infatti, continua a subire, nonostante l’importante passo avanti fatto col rientro di De Rossi, che ha ridato struttura e sicurezza. Segnali incoraggianti anche per quanto riguarda la condizione atletica, lo dimostra un secondo tempo giocato su ritmi importanti. Importanti come Zaniolo. Il numero 22 è sempre più decisivo, ora anche in zona gol. C’è poi però il lato pragmatico, e la classifica dice che la Roma è ancora sotto ai rossoneri, anche negli scontri diretti, e con Samp, Atalanta e Lazio alle calcagne. Pesano i punti persi, e a fine stagione potrebbero risultare decisivi.

Un buon pareggio per il Milan, che pur non brillando eccessivamente, ha saputo sbloccare il match e metterlo in discesa. Nonostante Paquetà, i rossoneri dimostrano una mancanza di qualità in mezzo al campo. Spesso infatti la manovra è arrugginita. Ancora decisivo, invece, Piatek, al terzo gol in pochi giorni. Con lui il peso offensivo della squadra di Gattuso è differente. Un pareggio, dunque, che consente ai rossoneri di rimanere al quarto posto, e nonostante gli alti e bassi, tra le pretendenti alla Champions sembrano quelli più continui.

LE DICHIARAZIONI A FINE GARA

Di Francesco: “È un peccato perche dobbiamo prendere prima gli schiaffi per rialzarci. Come ho detto ai ragazzi c’è una bella storia, quando vuoi seppellire un cavallo e gli tiri tanta terra addosso cerchi di tirartela via pian piano per poter risalire e noi dobbiamo esser bravi a dare continuità”

Gattuso: “Abbiamo fatto una buona partita. Primo tempo non ci ha fatto giocare la Roma che ci è venuta a prendere alto, secondo tempo l’abbiamo giocata bene e siamo venuti fuori. Ai punti forse meritava la Roma che è una grande squadra con grandi interpreti”

LE PAGELLE DELLA ROMA

Olsen 6: Puo’ poco sul gol, bravo nel finale.

Karsdorp 6,5: Si propone di rado nel primo tempo. Prende coraggio nella ripresa, risultando in qualche modo decisivo nell’1-1. Da limare i meccanismi difensivi, soprattutto a livello di movimenti senza palla. Santon SV

Manolas 6: Bene in copertura su Piatek, che spesso decide di sfidarlo sulla sua materia: la velocità.

Fazio 5,5: Fa da statuina in occasione del taglio di Piatek che ha portato al vantaggio. Si riscatta nella ripresa dando il via all’azione dell’1 a 1.

Kolarov 6: Beccato di continuo dal pubblico per i recenti screzi, offre comunque una gara discreta. Meglio quando c’è da attaccare.

De Rossi 7: L’infortunio sembra non esserci mai stato. Ritorna a dirigere dal centro del campo, e lo fa bene. Non sbaglia praticamente nulla e dà equilibrio e tranquillità all’intera squadra. Prezioso.

Pellegrini 5,5: Da un suo banale errore, nasce il vantaggio del Milan. Da lì non si ritrova più, con la sua gara che va in calando, fino al palo che poteva cambiare il match.

Schick 6: Timidino nel primo tempo. L’intervallo gli dà la scossa, e nella ripresa entra in campo più combattivo, partecipando al gol del pareggio e lottando su molti palloni. Kluivert Sv

Zaniolo 7,5: Anima, cuore, e talento di questa Roma. Non molla mai, si mette a disposizione dei compagni e tira fuori dal cilindro quel potenziale magico che solo in pochi hanno.

Florenzi 6: Gioca esterno alto a sinistra. Più per badare alle discese di Suso che per offendere, anche perchè si vede poco nella metà campo avversaria. El Shaarawy 6: Più vivace rispetto a Florenzi, ma il grado di incisività è lo stesso.

Dzeko 6,5: Senza Donnarumma,vedrebbe il suo nome scritto sul tabellino. Sfortunato sotto porta, ma rimane comunque il punto-luce offensivo di questa squadra.

Di Francesco 6: Passo avanti rispetto alle ultime uscite, e al cospetto della assenze. Ma se non si sistema la fase difensiva, non si puo’ far molta strada.

LE PAGELLE DEL MILAN

Donnarumma 8: Santo Gigio. Compie almeno tre miracoli e salva i rossoneri. Da applausi, come da un paio di gare a questa parte.

Calabria 6: Bada più a non prenderle.

Musacchio 5,5: Errore madornale sul pareggio. Costa carissimo.

Romagnoli 6,5: Nella ripresa più volte ci mette una pezza. Leader sempre più affermato di questa squadra.

Rodriguez 6: Come il collega sulla fascia opposta, si concentra di più sulla fase difensiva.

Kessiè 6: Gara equilibrata e attenta. I sui muscoli a centrocampo si fanno sentire. Manca negli inserimenti.

Bakayoko 5,5: Perde il duello con Zaniolo in mezzo al campo. Il milanista soffre la dinamicità del giovane giallorosso.

Paquetà 6,5: Geniale l’intuizione che porta al gol di Piatek. Cala, però, nella ripresa, dimostrando ancora una non perfetta tenuta fisica. Laxalt SV

Suso 5: Spia rossa lampeggiante. Un fantasma che vaga per l’Olimpico. Si vede poco, e quelle poche cose le sbaglia. Castillejo SV

Piatek 7,5: Continuità realizzatava pazzesca. È il centro di gravità rossonero. I compagni lo cercano, sempre. Lui risponde presente. Cutrone SV

Calhanoglu 5,5: Solita prova incolore. Senza infamia e senza lode.

Gattuso 6: Lascia fare la partita alla Roma, provando a pungere nei momenti giusti. Non il miglior Milan della stagione, ma comunque un pareggio prezioso.

Federico Leoni

fonte foto: sportnews.eu

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.