Home News Real Madrid, ora serve l’apporto dei nuovi

Real Madrid, ora serve l’apporto dei nuovi

0

Inizio claudicante quello dei blancos in Liga, con 5 punti. La squadra sembra sazia e il mercato, fin qui, non ha reso

Una stagione può passare. La seconda no. È chiamato a riprendersi il suo posto sul trono del calcio europeo il Real Madrid di Zinedine Zidane, reduce dalla peggior stagione della storia recente. Si diceva fosse colpa del mercato, con Florentino Perez che da qualche sessione  aveva chiuso i rubinetti. Fino a quest’estate, quando il Real, almeno sulla carta, è tornato Galattico spendendo 307 milioni di euro. Ma fin qui le cose sembrano non andare.

FATICA IN LIGA – Detto che anche il Barcellona sta faticando in questo inizio di campionato e che la Liga è solo all’inizio, preoccupa comunque il Real Madrid visto in queste prime 3 giornate, dopo che anche in estate erano suonati campanelli d’allarme. Seppur non brillando, positivo l’esordio a Vigo contro il Celta, gara vinta 1-3. I problemi sono nati in seguito. Pessima la prima al Bernabeu contro la Real Sociedad. Un 1-1 che ha lasciato l’amaro in bocca, specie per come si è evoluta la gara, con i blancos capaci di sbloccarla solo all’80’ ma ripresi poi nel finale. Anche peggio è andata la trasferta in casa del Villarreal, con la squadra di Zidane due volte costretta a rimontare. Insomma c’è molto lavoro da fare per il tecnico francese, con un gruppo che appare forse sazio dai tanti successi passati e senza il fuoco sacro della vittoria.

E IL MERCATO? – Quello che manca, però, è soprattutto l’apporto dei nuovi. Non si è mai visto mister 100 milioni Eden Hazard, che presentatosi in ritiro in netto ritardo di condizione, ha riportato una lesione muscolare che lo ha tenuto fuori oltre un mese. Punta a rientrare dopo la sosta contro il Levante. Non ci sarà l’altro grande acquisto Jovic, infortunatosi con la Serbia. Da valutare Militao, che sebbene sia a disposizione sembra non convincere ancora a pieno Zidane. Il Real deve dunque affidarsi ancora una volta alla vecchia guardia, su tutti Benzema e Bale. Di certo non basterà per tornare ad essere i più forti d’Europa.

Federico Leoni

fonte foto: dailymail.co.uk

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.