Home News Razzismo: Acerbi torna a parlare dopo l’assoluzione

Razzismo: Acerbi torna a parlare dopo l’assoluzione

   Tempo di lettura 1 minuto

Colpito e provato dalla vicenda, riafferma di non essere razzista e di aver avuto paura per la sua carriera

Sarebbero sufficienti queste parole di Francesco Acerbi per spingerci ad una riflessione seria e profonda, necessaria per comprendere se la lotta intrapresa contro il razzismo non si sia trasformata in una caccia alle streghe, piuttosto che in qualcosa di veramente serio ed efficace. Si badi bene, non siamo né accusatori, né assolutori di Acerbi, non vogliamo giustificare parole o azioni che possano essere razziste, ma sicuramente desidereremmo un atteggiamento più sensibile verso una lotta giusta, ma che rischia di provocare seri danni e conseguenze disastrose per chi venisse semplicemente additato di aver detto o fatto qualcosa, senza avere delle prove certe ed inconfutabili e senza essere nemmeno stato condannato. Acerbi dice di aver provato più paura per questa vicenda che quando è stato colpito dal cancro (persino recidivo nel suo caso n.d.r.) e la riflessione conseguente a queste parole è tanto semplice, quanto immediata, essere sulla gogna è qualcosa che può devastare la vita di una persona e della sua famiglia e se si lotta per una giusta causa, allora bisogna essere prima di tutto altrettanto giusti nei modi, nei comportamenti, nelle accuse, nei giudizi!

Fonte foto: italiaoggi.it

Luigi A. Cerbara

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.