Home News Rasmus Hojlund: oro di Manchester

Rasmus Hojlund: oro di Manchester

   Tempo di lettura 3 minuti

Il centravanti danese, acquistato in estate dall’Atalanta per più di 70 milioni di euro, sta trascinando lo United nelle ultime settimane dopo un inizio con più ombre che luci 

Nei dibattiti odierni su calciatori e allenatori, c’è una gran voglia di elargire giudizi, sia positivi che negativi, tanto veementi quanto definitivi. Le analisi equilibrate e prudenti lasciano spazio a verdetti spesso frettolosi, emanati a caldo, sulla base delle sensazioni che un determinato momento trasmette. Se poi questi giudizi riguardano un giovane giocatore pagato a peso d’oro allora la situazione si estremizza ancora di più, si promuove o si boccia senza aspettare troppo tempo. 

L’ultimo calciatore vittima di questa prassi è stato Rasmus Hojlund, talento danese cresciuto nelle giovanili del Copenaghen e lanciato dall’Atalanta nella scorsa stagione di Serie A. I bergamaschi l’hanno acquistato per circa 20 milioni di euro dallo Sturm Gratz nell’agosto 2022, per poi rivenderlo la scorsa estate al Manchester United per quasi 74 milioni di euro. Una spesa ingente per un ragazzo del 2003, ma non così inusuale se si tiene conto della ricchezza delle società di Premier League

I primi mesi di Hojlund con la maglia dei Red Devils non sono stati affatto facili. Appena arrivato un infortunio alla schiena l’ha costretto a stare fuori per quasi un mese facendogli saltare le prime tre partite di campionato. L’esordio alla quarta giornata, da subentrato nel big match contro l’Arsenal, è stato tutt’altro che memorabile vista la sconfitta per 3-1 subita dal suo United. Nelle gare successive le cose non sono andate meglio: Rasmus non è mai andato in gol e la formazione di ten Hag ha perso subito diversi punti allontanandosi in poco tempo dal treno delle squadre di vertice. 

Il digiuno di reti in Premier League è continuato per diversi mesi, Hojlund si è parzialmente riscattato in Champions League, segnando un gol al Bayern Monaco e siglando due doppiette contro Galatasaray Copenaghen, la società che l’ha cresciuto come giocatore. In tutte e tre queste occasioni però, lo United è uscito sconfitto ed il deludente quarto posto finale nel girone ha oscurato quanto di buono fatto dall’ex calciatore dell’Atalanta nella massima competizione continentale. 

Fino a fine 2023, le critiche e lo scetticismo nei suoi confronti non si sono mai placati. Poi, subito dopo Natale, la svolta. Nel match casalingo del Boxing Day i Red Devils vanno sotto di due reti con l’Aston Villa. Nella ripresa Garnacho pareggia i conti con una doppietta, poi proprio Hojlund a nove minuti dal termine sigla il gol del decisivo 3-2 finale. La sua prima rete in Premier League coincide con una vittoria fondamentale per la rincorsa al quarto posto che significa Champions League

Il 2024 ha portato in dote cinque gare consecutive di campionato in cui Rasmus è andato a segno, ieri pomeriggio addirittura con una doppietta, decisiva per battere 2-1 il Luton in trasferta. Lo United, soprattutto grazie a lui, ha avviato una serie di quattro vittorie di fila ancora aperta, portandosi a -5 proprio dall’Aston Villa, al momento quarto in classifica. È ancora presto per fare proclami e sarebbe sbagliato passare in poco tempo dalle critiche estreme dei mesi scorsi all’esaltazione totale, ma Hojlund, ad appena 21 anni, sta dimostrando di avere la stoffa per farsi valere nel campionato più competitivo al mondo. Viste le premesse, non era affatto una cosa scontata. 

Luca Missori

(Fonte immagine: Cnn.com)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.