Home News Quanti allenatori big a spasso! Da Zidane a Conte e non solo

Quanti allenatori big a spasso! Da Zidane a Conte e non solo

   Tempo di lettura 5 minuti

Diversi i tecnici liberi e senza una squadra attuale. Alcuni di questi però potranno ritornare ad allenare già in estate. Da capire soltanto dove

A spasso, inoccupati, milionari e con tante idee per la testa. No, non sono i figli di qualche ereditiera bensì sei degli allenatori più bravi in circolazione: Conte, Nagelsmann, Pochettino, Potter, Zidane e Luis Enrique. Gli svincolati di lusso alla ricerca di una nuova meta per ri-diventare grandi e ritornare subito al successo. Ovviamente ognuno con le dovute differenze. Tra questi, il meno quotato è l’ultimo dei manager esonerati in Inghilterra, ovvero Graham Potter. Il Chelsea gli ha dato il benservito pochi giorni fa affidando la panchina fino a fine anno ad una grande leggenda del club come Frank Lampard (vedi articolo). Adesso l’ex Brighton, prelevato a settembre per una cifra vicino ai 18 milioni di euro, si può godere un riposo milionario prima di scegliere un’altra sistemazione; ma quale potrebbe essere il futuro di questi allenatori? Andiamo con ordine.

CONTE, DIVERSE OPZIONI

Antonio Conte ha finito la sua avventura al Tottenham il 26 marzo. Dopo una qualificazione in Champions League insperata (lo scorso anno) e un ottavo di finale della stessa quest’anno (eliminato dal Milan), il tecnico italiano ha alzato bandiera bianca. Durissimo lo sfogo contro società e giocatori. Il risultato: rescissione consensuale del contratto e addio. Adesso gli scenari sul suo futuro sono diversi. Il più quotato sarebbe un ritorno in Italia. Le grandi nel nostro calcio fanno gola: dall’Inter alla Juventus passando anche per la Roma americana, ma un’altra opzione è gradita: ossia, un anno sabbatico per riprendersi dalle diverse ferite dell’ultimo anno (lutti e operazioni cliniche) per poi ritornare più forte che mai.

L’ESONERATO A SORPRESA: NAGELSMANN

L’esonero più sorprendente di questo nuovo anno è sicuramente quello di Julian Nagelsmann al Bayern Monaco. L’intraprendente tecnico tedesco, nonostante una Champions League quasi perfetta e una vetta in Germania alla portata (-1 dal Borussia Dortmund al momento del benservito), ha lasciato comunque la Baviera. Il motivo? Incongruenze con la società e dissidi con l’ambiente e lo spogliatoio. Adesso c’è Tuchel. Per Nagelsmann, la prossima panchina dovrebbe arrivare a breve. Si parla già del Tottenham, ma anche di Chelsea e PSG.

UN POCHETTINO OSSERVATO

E’ durata poco l’avventura di Mauricio Pochettino sulla panchina del PSG. Più ombre che luci per l’ex tecnico del Tottenham. Un campionato perso contro il Lille ma anche uno vinto (non fa notizia), più altre due cocenti eliminazioni in Champions League. La prima in semifinale contro il Manchester City, la seconda agli ottavi contro il Real Madrid. Fermo da quasi un anno, l’argentino cerca adesso un nuovo progetto per ritornare alla ribalta, anche l’Inter ha messo gli occhi su di lui per il dopo Inzaghi. No al ritorno al Tottenham, il Chelsea e anche il Real Madrid lo tengono d’occhio.

ZIZOU, IL PIU’ VINCENTE

Tra questi il più vincente è Zinedine Zidane. Zizou non allena dal 2021, ovvero dal secondo ciclo al Real Madrid. L’ex fuoriclasse francese, vincitore da allenatore di tre Champions League consecutive con le Merengues, può ritornare nuovamente a risplendere in estate. Il PSG con molta probabilità caccerà Galtier e dunque lo scenario di un Zizou a Parigi è assolutamente da considerare. Difficilmente potrebbe approdare in Premier League, ancor di più di in Italia. Un occhio anche all’ipotesi Nazionale Francese.

LUIS ENRIQUE, L’ULTIMO DEI BIG A SPASSO

Il Mondiale in Qatar è stata l’ultima apparizione di Luis Enrique sulla panchina della Spagna. Poi il cambio della federazione iberica: al suo posto promosso l’ex tecnico dell’Under 21, Luis de la Fuente. Adesso l’ex Barcellona è pronto per ritornare ad allenare un club. Le pretendenti ovviamente non mancano. Dalla Spagna fino all’Inghilterra, diverse big lo hanno messo nel mirino. Ad oggi quella più intenzionata a prenderlo è il Chelsea. Si parla già un primo incontro col club londinese. Chelsea, al momento, in mano a Lampard che lo guiderà fino al termine della stagione.

Sandro Caramazza

Fonte foto: Il bianconero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.