Home News Preliminari Europa League, i Lupi sbranano il Toro: granata eliminati

Preliminari Europa League, i Lupi sbranano il Toro: granata eliminati

1

Il Torino esce sconfitto dal Molineux Stadium contro il Wolverhampton, che accede ai gironi grazie al 2-1 di stasera ed al 2-3 dell’andata

IL TABELLINO DEL MATCH: WOLVERHAMPTON – TORINO: 2-1

Marcatori (and. 3-2): 30′ Jimenez (W), 57′ Belotti (T), 58′ Dendoncker (W)

FORMAZIONI: WOLVERHAMPTON (3-5-2): Patricio; Vallejo, Coady, Boly; Traore, Dendoncker, Saiss, Moutinho (90′ Ruben Neves), Jonny; Jimenez (90′ Pedro Neto), Diogo (81′ Cutrone). All. Espirito Santo

TORINO (3-5-2): Sirigu, Izzo, Bremer, Bonifazi; De Silvestri, Baselli, Rincon (71′ Meite), Lukic, Aina (69′ Berenguer); Zaza (82′ Millico), Belotti. All. Mazzarri

Molineux Stadium, Wolverhampton, Inghilterra.

Arbitro: Gil Manzano, Jesus (Spagna)

ANALISI DEL MATCH

PRIMO TEMPO

Nelle prime fasi di gioco i granata partono bene: propositivi e tonici hanno in mano il pallino del gioco ma soffrono la velocità in ripartenza dei Wolves.

Il primo colpo della partita lo spara proprio il Torino: al 18′, azione partita dai piedi di Baselli e conclusasi su quelli di Rincon che però al volo non riesce a centrare la porta.

Come detto la velocità degli attaccanti del Wolverhampton è l’unico neo del buon inizio del Toro e si vede quando al 25Traore taglia in due la difesa granata lasciandosi alle spalle sia Izzo che Bonifazi arrivando solo davanti a Sirigu che riesce, fortunatamente, a respingere il tiro dell’ex Barcellona.

Gli uomini di Espirito Santo entrano in partita e passano in vantaggio al 30′: squadre molto larghe e molti spazi che il solito Traore sfrutta benissimo arrivando sul fondo, ci pensa poi Jimenez a raccogliere l’assist del compagno ed a realizzare l’apertura delle marcature. Si fa dura per il Torino. 1-0 (agg. 4-2).

Il Toro conclude il primo tempo leggermente in confusione, con azioni alquanto sconclusionate e molti rischi sui contropiedi avversari. Buona comunque la gara dei granata dal punto di vista tattico, manca però qualità negli ultimi 30 metri. Servirà un miracolo nella seconda parte per passare il turno ed accedere ai gironi.

SECONDO TEMPO

La ripresa vede ancora un buon Torino, che gestisce il possesso grazie al lavoro di smistamento di Baselli e Rincon e che cerca di sfruttare il più possibile le imbucate di Belotti e Zaza.

La prima occasione arriva al 50‘, quando Rui Patricio smanaccia in angolo una punizione insidiosa proprio di Baselli destinata all’incrocio dei pali.

Nota positiva per gli inglesi, Joao Moutinho: equilibrio, eleganza ed esperienza al servizio della squadra.

GOL DEL TORINO! Al 57′ punizione al limite dell’area di Baselli che, altruisticamente, regala un pallone d’oro a Belotti che pareggia di testa. 1-1 (agg. 4-3).

Dura pochissimo la gioia dei granata, un minuto più tardi arriva infatti il controsorpasso degli inglesi con Dendoncker che realizza un tap-in comodo dopo la respinta di Sirigu su un tiro di Diogo Jota. Tutto nato da un ingenuità difensiva del Torino. 2-1 (agg. 5-3).

Al Toro servono 2 gol per raggiungere quantomeno i supplementari.

I ritmi si alzano e sale in cattedra Diogo Jota che mette, e non poco, in difficoltà l’intera difesa granata, in particolare Izzo.

Ci provano i ragazzi di Mazzarri che tra il 75′ e l’80’ pressano l’area inglese con 4 calci d’angolo di fila che però non impensieriscono Rui Patricio.

Il Torino sta dando tutto quello che ha nelle gambe e nel cuore, ma non riesce a trovare l’imbucata per far male al Wolverhampton.

Ancora gli inglesi pericolosi all’85‘, Dendoncker impegna Sirigu in una bellissima parata poi Cutrone, appena entrato, non riesce a tirare.

Occasionissima del Torino un minuto dopo con Belotti che offre un cioccolatino a Meite, questi solo davanti a Rui Patricio non riesce, di pochissimo, a centrare la porta. Sfortunato.

Finisce qui il match, onore al Torino che esce a testa alta dall’Europa League dopo una grande partita combattuta fino al triplice fischio. Complimenti al Wolverhampton che si dimostra una squadra ricca di talento con un grande allenatore quale è Nuno Espirito Santo.

LE PAROLE DI MAZZARRI NEL POST GARA

Il Tecnico toscano a fine match ha elogiato la partita dei suoi ragazzi sentendosi orgoglioso della prestazione fatta, nonostante l’amarezza per l’eliminazione sia parecchia, questo dev’essere un punto di partenza per il Torino.

Riccardo Cascioli

Fonte foto: LaStampa.it

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.