Home News Piani futuri

Piani futuri

1

La Roma approfitta della sosta per pianificare la prossima stagione: a Trigoria è in arrivo un’altra rivoluzione

La sosta per le Nazionali, oltre a privarci della Serie A, ci fa pensare. A noi, come alle società, che in questo periodo della stagione già iniziano a panificare il futuro immediato. Come ad esempio succede alla Roma. Molto, se non tutto, dipenderà dalla qualificazione alla prossima Champions League, ma Pallotta e soci sono pronti all’ennesima rivoluzione.

Dall’accesso all’Europa che conta dipenderà il mercato in entrata. Cio’ che è certo è che cambiaranno allenatore, direttore sportivo e parecchi calciatori. L’obiettivo principale, ora, è trovare un sostituto di Monchi, che intanto è tornato a Siviglia. Frederic Massara proverà a giocarsi le sue carte per una riconferma, ma la decisione spetta a Pallotta. Il nome forte, in questo momento, è quello di Gianluca Petrachi, attuale ds del Torino. I dirigenti giallorossi, nonostante le smentite di Cairo, lo seguono con interesse. Di lui piace soprattutto lo scovare buoni giocatori ad un prezzo non eccessivo. Il punto cruciale, infatti, sarà il mercato in entrata, che la prossima estate, al di là degli introiti o meno del quarto posto, non si potrà sbagliare. Legato a Petrachi, poi, c’è la figura dell’allenatore. Il granata ha un rapporto di stima e amicizia con Antonio Conte,e potrebbe essere proprio la carta per arrivare all’ex ct della Nazionale. Al momento però tale ipotesi resta fantamercato, per le esigenze del tecnico salentino e per il suo contenzioso ancora in essere con il Chelsea. Il binomio Petrachi-Conte non è l’unica pista. A Pallotta piace anche Giuntoli, che però ha appena rinnovato con il Napoli. Difficile anche un ritorno di Sabatini, che, contattato dal vice presidente Baldissoni, avrebbe chiesto carta bianca sul mercato. C’è poi il ruolo di Totti. Sicuramente l’ex capitano non ricoprirà la carica di ds, ma la sua figura all’interno del management assumerà sempre più peso.

Resta, come detto, il dubbio sul tecnico. Ranieri, a meno di un miracolo, difficilmente rimarrà. Il nome più affascinante, e forse al momento più plausibile, è quello di Maurizio Sarri, in rotta di collisione con Abramovich. L’ex allenatore del Napoli è molto legato a Franco Baldini, consulente del presidente Pallotta. Seguono le piste Gasperini e Giampaolo.

Una rivoluzione anche sul campo. Traballa la posizione di molti calciatori: da Pastore a Nzonzi, fino a Karsdorp e Schick. Giocatori strapagati, con un ingaggio importante e ora di difficile collocazione. C’è poi la situazione rinnovi, in ballo quelli di Zaniolo, El Shaarawy e Pellegrini. Non ci sarà quello di Edin Dzeko, destinato a lasciare la Capitale. Insomma, nonostante un finale di campionato ancora tutto da scrivere, in casa Roma è d’obbligo guardare al domani e farlo con accuratezza. Per non vivere un’altra stagione nell’oblio.

Federico Leoni

fonte foto: ilromanista.eu

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.