Home News Pandev e Schöne risvegliano il Genoa, per la Spal ormai si fa...

Pandev e Schöne risvegliano il Genoa, per la Spal ormai si fa dura

0
Fonte sport.sky.it

Finisce 2-0 per il Grifone la sfida salvezza contro i biancoazzurri, quest’ultimi sono sembrati ormai senza mordente per una retrocessione difficilmente evitabile

Importante crocevia a Marassi. Genoa e Spal si affrontano in un match che ha tutto il sapore dello spareggio salvezza. Mister Nicola deve mettere pressione al Lecce passato avanti in classifica nell’ultimo turno. Di Biagio e i suoi hanno davanti l’ultimo treno per tentare un miracolo. I rossoblu schierano Iago Falque a sostegno di Pandev e Pinamonti, spallini con l’attacco pesante, quello formato da Floccari e Petagna. Arbitra la sfida Guida.

Primi venti minuti abbondanti di studio ed equilibrio. Al 24′ si sblocca la situazione: ottima combinazione del tridente genoano, sponda di Pinamonti per Falque che accomoda in area verso Pandev, il macedone controlla, supera un avversario e di destro incrocia dove non può arrivare Letica. Gran gol e Genoa in vantaggio. La Spal subisce il colpo e non reagisce. Al 36′ sortita genoana in area avversaria, un tiro smorzato viene intercettato da Cassata che anticipa Reca, quest’ultimo non frena la gamba e stende il rossoblu, calcio di rigore. Dal dischetto va Iago Falque che, però, tradisce le attese e tira debolmente, Letica intuisce e blocca. Amaro in bocca per il mancato raddoppio ma si va a riposo con il Genoa in vantaggio, Spal non pervenuta.

Nella ripresa non cambiano le cose. Al minuto 54 punizione poco prima del limite dell’area procurata da Pandev. Sulla sfera va Lasse Schöne, il centrocampista si ricorda dei bei tempi con l’Ajax e disegna una parabola che va a morire sotto il sette, splendida esecuzione e 2-0 Genoa. Passa un minuto e bella girata di Pinamonti che pizzica il palo dal limite. La Spal è ormai un pugile che barcolla, la girandola di sostituzioni non cambia le cose. All’85’ sfiora la doppietta Schöne messo da Sanabria solo davanti a Letica, il numero 20 si inceppa sulla conclusione. Squadra spallina assente non giustificata, la rassegnazione sembra aver avuto la meglio fino al triplice fischio di Guida.

In attesa del Lecce il Genoa si riporta al quartultimo posto con una buona prova tra le mura amiche. Per Di Biagio e la sua squadra si fa davvero dura, una mission quasi impossible.

Glauco Dusso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.