Home News Panchine ribaltate e una coppia in fuga: la serie B è pronta...

Panchine ribaltate e una coppia in fuga: la serie B è pronta a ripartire

Fonte sportface.it
   Tempo di lettura 3 minuti

Cambiati 5 timonieri nelle ultime due settimane, vediamo cosa succederà alla ripresa, ecco la situazione in cadetteria che riprende nel weekend

Venerdì sera riparte la serie B. Novità soprattutto nelle panchine. Sono ben cinque i volti nuovi alla guida, ora quasi la metà delle squadre ha cambiato da inizio stagione. In realtà la novità vera è solo una, quel Cesc Fabregas che in un anno è passato nel Como da giocatore, ad allenatore della primavera sino ad arrivare, adesso, a dirigere la prima squadra. Gli altri sono tutti profili che ben conosciamo, ovvero D’Angelo allo Spezia, Maran al Brescia, Castori all’Ascoli e Breda alla Ternana. Quest’ultimo, però, è l’unico ad aver già esordito. Un pareggio per lui nel turno prima della sosta. Tutte le formazioni che hanno deciso di avvicendare il mister devono risalire dalle sabbie mobili tranne il Como. Lascia infatti perplessi la scelta in riva al lago di cambiare allenatore vista la posizione in classifica.

Chi può tornare a sorridere è la Sampdoria che con due vittorie consecutive ha preso una boccata d’ossigeno dopo un inizio tremendo. Pirlo terrà a battesimo venerdì sera il ritorno di Luca D’Angelo nel derby ligure con lo Spezia. Match di sicuro interesse visto che entrambe le squadre hanno fame di punti e stanno deludendo dopo la discesa dalla A. Volgendo lo sguardo alla classifica spiccano gli scatti di Parma e Venezia. Son passate solo tredici giornate ma le due formazioni hanno già messo in chiaro le cose. Emiliani avanti di due punti sui lagunari che ne danno quattro al Palermo terzo. Dietro di loro la solita ammucchiata playoff. Dai rosanero al Bari decimo passano solamente 5 punti, ma anche alle spalle dei pugliesi altre formazioni sono pronte a inserirsi.

Le quattro neopromosse, invece, continuano a corrente alternata. Figurone del Catanzaro che sta confermando la bontà del lavoro di Vivarini trovandosi in piena zona spareggi promozione. Il Lecco ha rialzato la testa soprattutto dopo l’insediamento di Bonazzoli al posto di Foschi. Clamorosa la vittoria sul Parma capolista nell’ultimo turno al Rigamonti-Ceppi. Da rivedere, invece, il cammino della Feralpisalò che dopo l’arrivo di Marco Zaffaroni dovrà cercare di cambiare rotta. Due pareggi consecutivi nelle ultime due più una sconfitta alla prima, questo lo score del nuovo tecnico dei fanalini di coda. Per quanto riguarda la Reggiana di Alessandro Nesta è appaiata a metà classifica.

Stesso discorso per il Pisa di Alberto Aquilani. Bene il nuovo corso di Stroppa alla Cremonese. Tra le sorprese del campionato sicuramente il Modena, in corsa per la serie A. Poi c’è il Cosenza, passato dalle zone basse ai piani alti mentre il Cittadella che si gioca i playoff non è più una novità. Un po’ appannate Bari e Sudtirol che soprattutto la stagione passata ci avevano abituati a ben altre posizioni di classifica.

La serie B è pronta a ripartire. Attenzione però, una rimescolata alle carte è sempre dietro l’angolo.

Glauco Dusso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.