Home News Pallone d’Oro africano: Osimhen vince davanti a Salah e Hakimi

Pallone d’Oro africano: Osimhen vince davanti a Salah e Hakimi

   Tempo di lettura 3 minuti

Il calciatore nigeriano ha trionfato grazie al fantastico rendimento dell’anno passato dove ha trascinato il suo Napoli al tricolore

Victor Osimhen, come ampiamente previsto, è il vincitore del Pallone d’Oro africano, riconoscimento consegnatogli proprio ieri a Marrakech, in Marocco. Il nigeriano è stato autore di un’annata incredibile lo scorso anno con il Napoli, culminata con la conquista del titolo di campione d’Italia dopo ben 33 anni. Osimhen è stato il protagonista numero uno di quella cavalcata riuscendo a realizzare ben 26 reti in campionato e vincendo anche il titolo di capocannoniere del nostro campionato. Dietro di lui non c’era molta concorrenza; secondo posto per Mohamed Salah del Liverpool, che però lo scorso anno con i Reds ha faticato tanto non riuscendo neanche a centrare la qualificazione in Champions League e terzo posto per Achraf Hakimi del Paris Saint Germain, vincitore della Ligue 1 in una squadra piena di fenomeni. Il centravanti del Napoli a testimonianza del proprio dominio nell’annata appena passata si è classificato anche ottavo nella classifica del pallone d’oro di France Football.

Se nello scorso anno tutto è andato a meraviglia per lui e per il Napoli non si può dire certo lo stesso in questo; i partenopei hanno salutato Rudi Garcia dopo l’ennesima sconfitta in casa della stagione, contro l’Empoli, e si sono affidati a Walter Mazzarri per cercare di risollevare classifica e morale dei giocatori. Dopo tre giornate con il nuovo tecnico sono arrivati però due ko contro Inter e Juventus ed un solo successo, a Bergamo contro l’Atalanta; il calendario non è stato certo benevolo per Mazzarri, tuttavia nessuno poteva aspettarsi il Napoli così lontano dal primo posto dopo quindici giornate. Gli azzurri sono addirittura sesti e l’attacco che tanto aveva entusiasmato nella passata stagione risulta spesso inceppato, come dimostrano le zero reti segnate contro nerazzurri e bianconeri negli ultimi due match. Lo stesso Osimhen, rientrato da poco dopo un infortunio piuttosto lungo e fastidioso, fatica a trovare la porta e non sembra sempre brillantissimo dal punto di vista fisico. L’imminente Coppa d’Africa di gennaio sarà un altro duro colpo per il Napoli che perderà il suo totem per circa un mese e dovrà riuscire a tirarsi su in classifica senza i suoi gol.

Il Napoli finora è la delusione maggiore del campionato probabilmente insieme alla Lazio; le compagini che si erano classificate prima e seconda la scorsa stagione sono attualmente sesta e decima e faticano a trovare continuità di gioco e risultati. Prima del nuovo anno i partenopei devono cercare di dare una svolta al proprio campionato ed avranno le sfide contro Cagliari, Roma e Monza per provare intanto a tornare quarti e poi a consolidare questo importante piazzamento. Fondamentali saranno anche le sfide contro il Braga in Champions League e contro il Frosinone in Coppa Italia, due match da giocare in casa per avanzare ai turni successivi delle rispettive competizioni.

Fonte foto: zazoom.it

Alessandro Fornetti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.