Home News Palermo-Sampdoria e Catanzaro-Brescia, inizia il sogno verso la Serie A

Palermo-Sampdoria e Catanzaro-Brescia, inizia il sogno verso la Serie A

Playoff Serie B: Palermo, Sampdoria, Catanzaro, Brescia
Playoff Serie B: Palermo, Sampdoria, Catanzaro, Brescia
   Tempo di lettura 4 minuti

Tra oggi e domani al via i playoff di Serie B. Il Venezia e la Cremonese aspettano rispettivamente siciliani o doriani e calabresi o lombardi

Tutto in due notti, stasera Palermo-Sampdoria al Barbera e domani Catanzaro-Brescia al Ceravolo. I playoff di Serie B stanno per entrare nel vivo, Cremonese e Venezia aspettano le loro avversarie. Due notti da vivere appieno per quattro grandi piazze ricche di storia ed entusiasmo. Si comincia dalla Sicilia e dal meraviglioso capoluogo con la Favorita a fare da teatro per una sfida dal chiarissimo sapore di Serie A e che un tempo fu anche un quasi spareggio per entrare in Champions League (era il 2010); domani si arriverà in Calabria, in un altro bellissimo capoluogo italiano. Lì dove la Serie A manca addirittura dal 1983. Iemmello e compagni di fronte avranno nientepopodimeno che il Brescia, squadra abituata a vivere in massima serie e che proprio ieri ha ricordato l’ultima partita della leggenda Roberto Baggio sul suolo di San Siro in quell’indimenticabile 16 maggio del 2024. Manca poco, tra un po’ si parte.

Palermo-Sampdoria da brividi

Ad inaugurare questi playoff di Serie B ci pensano appunto Palermo e Sampdoria. Da un lato, la squadra di Mignani, subentrato a Corini in corso d’opera. I rossoneri hanno chiuso al sesto posto un campionato altalenante, iniziato benissimo con tanto di primato durante le prime giornate e poi con diverse difficoltà patite soprattutto in termini di continuità e fiducia. Difficoltà che appunto sono costate care a Corini, una leggenda dalle parti della Favorita. A guidare i siciliani ovviamente capitan Brunori, autore di 17 reti nella regular season. Mignani potrà aggrapparsi anche alla qualità di Ranocchia e Di Francesco, nonché all’esperienza di mister promozione Lucioni.

Dall’altro, arriva al Barbera la Sampdoria di Andrea Pirlo. I blucerchiati, come il Palermo, hanno vissuto una stagione con diversi alti e bassi, raggiungendo la matematica qualificazione ai playoff col settimo posto in graduatoria. Il lavoro di Pirlo è stato un crescendo soprattutto nelle ultime giornate. Da Borini a De Luca passando per Sebastiano Esposito. E’ una Sampdoria con giocatori di esperienza e giovani di ottima prospettiva. Rispetto ai siciliani, Pirlo ha un solo risultato a disposizione: la vittoria. Infatti anche con un pareggio sia nei tempi regolamentari che ai supplementari, a passare sarebbe il Palermo, vista la miglior posizione in classifica. Durante la regular season, le due squadre si sono affrontate due volte tra andata e ritorno: a Marassi vittoria doriana per 1-0, mentre al Barbera è finita 2-2. Il Venezia aspetta l’avversaria.

Catanzaro-Brescia, sognare la Serie A

Al Ceravolo, sabato sera da cuori forti con Catanzaro e Brescia a giocarsi la semifinale playoff contro la Cremonese. I padroni di casa sognano la Serie A, l’ultima stagione in massima serie risale a quella 1982-1983. Praticamente una vita fa. I calabresi ci credono anche perché sono reduci da un campionato di B straordinario, soprattutto considerando che sono risaliti in cadetteria solamente lo scorso anno. Se c’è una squadra che ha fatto emozionare e ha fatto brillare gli occhi come modo di giocare, quella è stata proprio il Catanzaro. Vivarini il condottiero di una squadra che oltre al gioco si appoggia ai gol di Pietro Iemmello (15 gol nella regular season).

In Calabria, arriverà un Brescia sicuramente motivato e determinato. Le Rondinelle hanno avuto due allenatori in questa stagione, prima Gastaldello e adesso Maran. Ed è proprio con l’ex Cagliari, già in passato allenatore del Brescia (17 anni fa), che il Brescia svolta passando dal quattordicesimo posto fino all’ottavo posto finale con tanto di qualificazione ai playoff. Moncini e Borrelli a guidare i lombardi verso una promozione in Serie A che manca da cinque anni.

Sandro Caramazza

Fonte foto: Sportellate

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.