Home News Nzola, scusate il ritardo! Prova a salvare lo Spezia e pensa in...

Nzola, scusate il ritardo! Prova a salvare lo Spezia e pensa in grande

Fonte calcioudinese.it
   Tempo di lettura 3 minuti

L’attaccante angolano sta disputando la sua migliore stagione da quando è in Italia a quasi 27 anni, i liguri sono fuori dalle sabbie mobili grazie a lui che però potrebbe spiccare il volo

Non sempre i giocatori sbocciano in tenera età. In Italia abbiamo svariati esempi di calciatori esplosi sui campi di serie A già “maturi” facendo il grande salto in ritardo. Un discorso di questo tipo lo si può fare per M’Bala Nzola, attaccante dello Spezia. La punta angolana è arrivata in massima serie a 24 anni dopo una trafila nelle serie minori, sbarcando dal Portogallo senza aver entusiasmato. Partito nel 2016 dalla Puglia nella Virtus Francavilla, successivamente un passaggio di un anno al Carpi. Poi nel 2018 ecco il Trapani. Dalla Sicilia nel gennaio 2020 va in prestito allo Spezia contribuendo in maniera significativa alla promozione in A. Il rientro a Trapani sembra allontanarlo dal calcio dei grandi. Lui però si svincola e torna in Liguria per giocarsi quanto conquistato sul campo. Buona la sua prima stagione in A col mentore Italiano in panchina, 11 gol per lui.

Il secondo anno, invece, con Thiago Motta non va nello stesso modo. Solamente due le reti messe a segno da Nzola e il celebre episodio dell’orecchino contro l’Inter che lo tagliò fuori definitivamente dalle gerarchie offensive spezzine. Quando sembrava perso ecco l’arrivo di Luca Gotti che in questa stagione lo mette al centro del progetto e ne fa il leader della squadra. Il tecnico verrà esonerato dopo la 22ma giornata ma lui continua a segnare a ripetizione. Con quella di domenica alla Fiorentina sono 13, più della metà dell’intera squadra, le segnature dell’angolano quest’anno, a cui vanno aggiunte le due in Coppa Italia. Sembra davvero l’anno della consacrazione per lui. Se continuerà su questa scia non solo riuscirà a salvare lo Spezia ma forse il prossimo anno potrebbero schiudersi le porte di squadre più blasonate.

Quello che ha mostrato in campo, arrivato quasi a 27 anni, è una continuità e maturità importante nonostante militi in una squadra che lotta per non retrocedere. Fisicamente devastante unisce potenza e tecnica, pochi difensori hanno vinto duelli con lui. Inoltre apre gli spazi per i compagni a cui ha servito anche due assist preziosi. Devastante nel passaggio a Maldini ancora contro l’Inter, croce e delizia nel suo cammino in serie A. Inutile dire che il suo compito è fare gol e infatti questa è la sua miglior stagione dal punto di vista realizzativo. In classifica marcatori tallona gente come Lautaro Martinez e affianca Lookman, stando davanti a Kvaratskhelia e Dybala. E’ arrivato il momento del salto di qualità? Già qualche rumors per il prossimo anno è arrivato, M’Bala Nzola sembra davvero pronto per lo step successivo. Prima però deve salvare lo Spezia, la sua missione prioritaria.

Glauco Dusso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.