Home News Nazionali con vista derby: l’Inter ha ottime risposte

Nazionali con vista derby: l’Inter ha ottime risposte

Fonte sportmediaset.mediaset.it
   Tempo di lettura 4 minuti

I giocatori interisti in giro per il mondo rispondono presente anche con la maglia del proprio Paese. Notizie confortanti per Simone Inzaghi che avrà una rosa con il morale alto per la stracittadina

Meno tre al derby, data segnata in rosso dai tifosi nerazzurri sul calendario. L’attesa è stata tanta vista anche la sosta per le nazionali, il Meazza è pronto a ribollire. L’Inter dopo le prime tre giornate ha dato prova della sua forza, che adesso però va confermata alla ripresa. Il morale è alto, per non dire altissimo, alimentato dalle prove che i giocatori della Beneamata hanno offerto anche con la propria nazionale.

Ieri sera probabilmente i migliori exploit provenienti da due cosiddette, al momento, “riserve”. Parliamo innanzitutto di Davide Frattesi. Decisivo con la sua doppietta nel match proprio di San Siro contro l’Ucraina. Il centrocampista nerazzurro ha trascinato l’Italia alla vittoria e ha lanciato un messaggio a Simone Inzaghi. Lui c’è eccome. Nelle prime tre gare di serie A è sempre subentrato, chissà che per il derby o magari l’esordio in Champions League non si possa pensare a una sua titolarità.

Altra doppietta quella di Marko Arnautovic apparso in splendida forma in Svezia con la sua Austria. Due gol decisivi anche per lui che lo aiuteranno a dare filo da torcere a Marcus Thuram, suo “antagonista” per fare da spalla a Lautaro Martinez. Peccato (ovviamente per Arnautovic) che proprio il francese abbia risposto presente realizzando il suo primo gol con la maglia della nazionale. Il numero nove nerazzurro è apparso carico a mille, entrato ironia della sorte al posto dell’infortunato e avversario di sabato Olivier Giroud.

L’esultanza di Marcus Thuram dopo il gol all’Irlanda – Fonte calciomercato.com

Le buone notizie per il reparto avanzato non finiscono qui. Lautaro Martinez è stato quasi interamente risparmiato nella seconda gara dell’Argentina ma quello che fa più ben sperare riguarda Alexis Sanchez. Il cileno ha giocato novanta minuti dopo i problemi di anemia che erano stati palesati nei giorni scorsi. Ovviamente non è al top della forma e in alcuni tratti si è visto. Aver giocato l’intera partita, però, non può che far piacere ad Inzaghi che adesso lo potrà gestire nel migliore dei modi. Oltre all’attacco bisogna segnalare anche le prove di uno dei giocatori a volte più criticati. Si tratta di Denzel Dumfries, una furia sulla fascia destra olandese, autore in due partite di 4 assist e un rigore procurato.

Adesso il pensiero è tutto rivolto al derby di sabato pomeriggio. La sensazione è comunque quella che il mister non apporterà modifiche alla formazione che ha abbattuto Monza, Cagliari e Fiorentina. Troppo importante la gara con il Milan per cambiare un meccanismo quasi perfetto. L’importante è avere gente carica da buttare nella mischia, come lo sono pure i calciatori che in queste due settimane sono rimasti a faticare ad Appiano Gentile. Giorni utili anche per recuperare qualche acciaccato. D’altronde adesso con l’inizio della Champions League ci sarà bisogno di tutti, chissà che già mercoledì prossimo con la Real Sociedad non arrivi qualche novità di formazione.

Quindi in conclusione, come arriva l’Inter a questo derby? Si potrebbe dire in maniera ottimale, ma anche il Milan sta bene. Poi non bisogna farsi prendere dai facili entusiasmi, la buccia di banana è sempre dietro l’angolo. Quello in cui ha difettato l’Inter proprio la scorsa stagione è lo stare sul pezzo in ogni partita. La rosa è carica, gli uomini che non partono titolari scalpitano, il cocchiere Simone Inzaghi con le briglie in mano dovrà capire come gestire i suoi cavalli da corsa.

Glauco Dusso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.