Home News Napoli, giocatori “richiestissimi” in Europa e non solo

Napoli, giocatori “richiestissimi” in Europa e non solo

0
Verso Napoli-Chievo

Dall’esordio di Allan con il Brasile alla delusione di Hamsik con la sua Slovacchia. Risultati a parte, i calciatori di Ancelotti hanno trovato ampio minutaggio con le loro Nazionali. Domenica, intanto, al San Paolo arriva il Chievo

Esodo e controesodo. La parentesi dedicata agli impegni delle Nazionali è finita, Ancelotti può riabbracciare i suoi giocatori che nella maggior parte dei casi sono tornati col sorriso a Castelvolturno. Non è tra i più felici di certo Marek Hamsik, la sua Slovacchia infatti è stata condannata alla retrocessione nella Lega C della Nations League da un gol del romanista Schick. Umore ben diverso invece per Mertens, Hysaj ed Allan, quest’ultimo si è prima goduto l’esordio da subentrato in Brasile-Uruguay per poi giocare un match intero contro il Camerun, ricevendo complimenti dal Ct Tite. Ha fatto il pieno o quasi di autostima anche Arek Milik, in gol su rigore contro il Portogallo, nello stesso match si è visto all’opera anche Piotr Zielinski (uscito solo nel recupero).

Morale tutto sommato alto quindi come elevato è stato il minutaggio dato ai giocatori azzurri con le rispettive Nazionali. Niente riposo anche per Fabian Ruiz con l’Under 21 spagnola, il gioiellino ora è pronto a tornare a brillare nel centrocampo del suo Napoli. In un’intervista al sito ufficiale della Uefa l’ex Betis ha dichiarato il suo amore per la città ed i tifosi, che lo hanno subito fatto sentire “parte della stessa famiglia“. Un affetto che il giocatore ha ricambiato con prove sempre più positive legate al progressivo adattamento alla nuova realtà, per arrivare alla prestazione da gladiatore nel pantano di Genova in cui Fabian ha cambiato volto alla sua squadra. A lui, come ai reduci dalle nazionali, il compito di ri-sintonizzare le frequenze sul canale “Napoli”, in vista del match di domenica 25 novembre alle 15 contro il Chievo ultimo in classifica. E’ quasi un testacoda, ai partenopei il compito di non sbandare. Un abisso separa le due formazioni, che in comune… hanno la Roma: la squadra di Ancelotti in casa ha concesso un punto solo ai giallorossi, il Chievo in trasferta ha conquistato un solo punto sempre contro i Di Francesco boys.

Di fronte il miglior attacco della Serie A insieme alla Juve contro la difesa più battuta ma la storia recente ricorda un 2-1 azzurro al cardiopalma, con il Chievo avanti di un gol fino al minuto 89 quando Milik prima e soprattutto Diawara a tempo scaduto fecero esplodere di gioia il San Paolo. Nella sfida contro il Chievo Ancelotti ruoterà senz’altro i suoi effettivi, dovendo però rinunciare agli infortunati Verdi e Younes. In vista della Champions potrebbe essere preservato Marek Hamsik, in rampa di lancio Rog e Diawara mentre in attacco Milik dovrebbe partire dal primo minuto.

Chievo prima, Stella Rossa poi. Con due vittorie i bilanci di fine novembre in casa Napoli saranno senz’altro più che positivi.

Fonte foto: tuttomercatoweb.com

Federico Vitaletti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.