Home News Napoli-Bologna: 1-2 Sansone regala una gioia a Sinisa, difesa azzurra imbarazzante. Analisi...

Napoli-Bologna: 1-2 Sansone regala una gioia a Sinisa, difesa azzurra imbarazzante. Analisi e pagelle

0

Sconfitta pesantissima per i partenopei al San Paolo, i ragazzi di Ancelotti sono a secco di vittorie in campionato da un mese e mezzo. Boccata d’ossigeno puro per i felsinei che vanno a +6 dalla terzultima

Il Napoli è chiamato a confermarsi in campionato dopo l’ottimo pareggio imposto al Liverpool in Champions. Il presidente De Laurentiis sembra abbia ammorbidito la sua posizione nei confronti dei giocatori, ma li ha invitati ad un impegno costante che deve tramutarsi in vittorie in campionato, dove i partenopei non portano a casa i tre punti dal lontano 19 ottobre, in cui sconfissero al San Paolo il Verona per 2 a 0. Il Bologna dopo le 3 sconfitte consecutive con Cagliari, Inter e Sassuolo ed il pareggio casalingo con il Parma, è scivolato al quintultimo posto.

Le scelte dei due tecnici: Ancelotti si affida a Zielinski in regia, con Elmas e Ruiz come mezzali. In avanti Insigne e Lozano giocano larghi, come vere e proprie ali, ai fianchi di Llorente. Mihajlovic, al ritorno in panchina, si affida ai tre trequartisti Orsolini, Dzemaili e Sansone dietro al sempreverde Palacio.

Formazioni ufficiali:

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Maksimovic; Elmas, Ruiz, Zielinski, Insigne; Lozano, Llorente.

All. Ancelotti

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Denswil; Poli, Medel; Orsolini, Dzemaili, Sansone; Palacio.

All. Mihajlovic

Il film della partita – Il Napoli parte commettendo qualche errore di troppo in fase di impostazione, ma riesce comunque a rendersi pericoloso prima con Ruiz che al 10′ spedisce al lato destro da posizione favorevole e poi con Lozano che al 16′ infila Skorupski su passaggio di Elmas. L’arbitro Pasqua annulla per fuorigioco dell’attaccante messicano. La difesa del Bologna si dimostra molto attenta, il giapponese Tomiyasu si conferma un profilo dal sicuro avvenire. Al 32′ Dzemaili potrebbe addirittura portare in vantaggio i felsinei, ma per un soffio non riesce ad inquadrare la porta. Quando il primo tempo sembrava incanalarsi verso un deludente 0 a 0, ci pensa Llorente al 41′ a far pendere la bilancia a favore dei partenopei, con un goal di rapina alla Pippo Inzaghi. Il punteggio premia la squadra di Ancelotti, ma il Bologna si è dimostrato ben organizzato e tutto fuorché rassegnato.

Mihajlovic opera una sostituzione nell’intervallo, inserendo Skov Olsen per uno spento Orsolini e la sua intuizione si rivela subito vincente. L’attaccante danese sfrutta una respinta di testa non impeccabile di Koulibaly e sigla il pareggio al 58′, al San Paolo è 1 a 1. Il Bologna prende coraggio, Sansone mette paura ad Ospina prima al 21′ con una conclusione bloccata dal’estremo difensore colombiano e poi al 26′ con un tiro che finisce largo di un soffio. La retroguardia azzurra sta dimostrando evidenti problemi di concentrazione. L’attaccante rossoblù nato a Monaco di Baviera, al terzo tentativo non sbaglia e trafigge Ospina, dopo un bello scambio con l’ex Dzemaili. Grandi colpe per il goal subito vanno addossate a Maksimovic che perde ingenuamente un pallone nella propria metà campo. Nel finale annullato un goal a Llorente per fuorigioco.

Non osiamo immaginare cosa dirà De Laurentiis ai suoi giocatori dopo una prestazione del genere. Grandi meriti vanno al Bologna che grazie alla velocità dei suoi attaccanti ha sfruttato le voragini concesse dall’imbarazzante difesa partenopea. Qualche dubbio sulla compatibilità tra Koulibaly e Manolas comincia a serpeggiare. Il campionato è ancora lungo ma il quarto posto ora è a 5 punti. La magia del ritorno in panchina di Sinisa si è tramutata in una prova intelligente e scaltra della sua squadra, capace di andare a vincere su uno dei campi più ostici d’Italia. Con un po’ di continuità e magari con un Ibra in più la salvezza è a portata di mano.

Le pagelle degli azzurri:

Ospina: 5,5 attento al 66′ su una deviazione insidiosa di Manolas, ma l’uscita a vuoto in occasione del goal di Olsen è imperdonabile.

Di Lorenzo: 6 rendimento sopra la media sempre assicurato in entrambe le fasi, avrebbe potuto coprire meglio su Olsen in occasione del goal felsineo.

Manolas: 5 rischia l’autogoal al 66′ e in occasione del vantaggio di Sansone si fa trovare impreparato insieme al compagno di reparto Koulibaly.

Koulibaly: 4,5 mai visto così statico nella propria area, sfortunato nella respinta che permette a Olsen di pareggiare, sul 2 a 1 ospite è colpevole di non coprire bene su Dzemaili.

Maksimovic: 5 parte bene nel primo tempo, ma quando si mette in testa di salire lascia sempre infinite praterie agli attaccanti del Bologna. Da una sua palla persa parte l’azione che porta al goal vittoria dei rossoblù.

Elmas: 5 gli sprazzi di bel gioco nei minuti in terra inglese avevano illuso tutti, da mezzala sinistra sembra non sappia cosa deve fare. Dal 65′ Mertens: 5,5 si danna l’anima per cercare il goal, si divora una ghiotta occasione al 78′ da posizione favorevole.

Ruiz: 5 sembra che si trovi con la testa da un’altra parte, troppi errori in fase difensiva e nessun lampo degno di nota in attacco.

Zielinski: 6 il più positivo del centrocampo, smista palloni in maniera diligente, ma nulla di più.

Insigne: 5,5 pericoloso soltanto su punizione, corre come se fosse un mediano, ma i suoi dribbling servono a poco. Inconcludente come spesso gli capita negli ultimi tempi.

Lozano: 6 sempre più nel vivo della manovra del Napoli, se avesse intorno una squadra che funziona farebbe faville. Quando Ancelotti gli chiede di fare l’esterno di centrocampo commette qualche errore di valutazione. Dall’82’ Younes: N.G.

Llorente: 6 non si può dire che sia un attaccante di movimento, lo spagnolo è piuttosto statico, ma ha il merito di sbloccare il match e di essere imbattibile sulle palle alte. Gli viene annullato giustamente un goal per fuorigioco nel finale.

Ancelotti: 4 Cambia la quattordicesima formazione in altrettanti match di campionato, come può pretendere che la squadra acquisisca i meccanismi giusti. La difesa preoccupa, il buon Carlo dovrà inventarsi qualcosa di diverso.

FOTO: Napolicalcio24.it

Marco Fabio Ceccatelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.