Home News Milan, senza paura verso il derby: Pioli prepara una sorpresa

Milan, senza paura verso il derby: Pioli prepara una sorpresa

1

Il tecnico rossonero alle prese con i classici dubbi di formazione, è il reparto avanzato ad alimentare qualche possibile ballottaggio

Il percorso netto fin qui portato avanti dal Milan in campionato e nei preliminari di Europa League ha donato fiducia ad una squadra già rinfrancata dallo strepitoso cammino post covid. Il derby della Madonnina di domani pomeriggio costituirà la vera prova del 9 per il Diavolo. L’Inter sarà la prima squadra di una certa caratura affrontata quest’anno.

Se i nerazzurri dovranno fare i conti con i 6 casi positività al Covid, anche i rossoneri avranno le loro belle gatte da pelare. Le ultime notizie su Rebic non sono confortanti. L’infortunio al gomito non permetterà all’attaccante croato di prendere parte alla partita. Assenza pesantissima questa per mister Pioli, che avrebbe già in mente una soluzione affascinante. Le ottime prestazioni fornite da Brahim Diaz contro Crotone e Spezia hanno fornito del credito al giovane trequartista spagnolo. La doppietta siglata con la Nazionale Under21 iberica contro le Isole Far Oer ha solo confermato la volontà del tecnico emiliano di affidarsi all’ex Real Madrid. Anche Leao scalpita, ma potrebbe essere inserito a partita in corso per sostituire Ibra, rientrante dopo lo stop dovuto al Covid-19.

Intanto Stefano Pioli nella conferenza di vigilia conferma quanto scritto in precedenza: “Di fronte a noi ci sarà un avversario forte. La partita di domani ci farà capire qual è il nostro livello attuale. La sconfitta dello scorso anno ci ha fatto crescere. Su quella sconfitta abbiamo costruito il nostro percorso”. Ricordiamo che il Diavolo non vince un derby in campionato dal lontano 31 gennaio 2016. In quell’occasione i rossoneri liquidarono il biscione con un sonoro 3 a 0.

La variabile impazzita potrebbe essere Ibrahimovic, più motivato che mai al rientro. Se il fenomeno svedese continua a ribadire che lui gioca solo per vincere, ecco l’occasione per dimostrare che il Milan può davvero dare fastidio anche alle primissime della classe. La parola scudetto rimarrebbe comunque un tabù? Non per Ibra. Per lui i tabù non esistono.

FOTO: Guerinsportivo.it

Marco Fabio Ceccatelli

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.