Home News Milan – Grana Ibra, rischia l’operazione: il piano di Maldini

Milan – Grana Ibra, rischia l’operazione: il piano di Maldini

0

Non arrivano notizie confortanti circa le condizioni fisiche del centravanti rossonero: la dirigenza meneghina dovrà agire di conseguenza

Non vorremmo essere dei panni di Maldini e Massara, alle prese con innumerevoli questioni spinose da sistemare. E’ piaciuto ai tifosi l’atteggiamento perentorio nei confronti di Donnarumma, ma adottando il medesimo approccio ora si rischia di perdere anche Calhanoglu. Il fantasista turco sembrava essersi riavvicinato al Diavolo, ma le ultime dichiarazioni (“Deciderò dopo l’Europeo”), non fanno presagire nulla di buono.

Piove sul bagnato in casa rossonera. Un’altra pessima notizia arriva dalla Svezia. Il commissario tecnico Janne Andersson ha fatto capire che l’infortunio al ginocchio sinistro di Ibrahimovic potrebbe costringerlo addirittura ad un’operazione. Lo staff medico del club meneghino vorrebbe scongiurare tale eventualità, che significherebbe perdere tutti i mesi di preparazione alla nuova stagione. Inevitabilmente questa novità condizionerà le strategie di mercato del Milan. Siamo sicuri che questa apparente disgrazia non possa tramutarsi in qualcosa di buono per la compagine di Pioli?

Vi spiego. Maldini starebbe cercando di chiudere per Giroud. L’intesa col calciatore è totale, ora serve un passo del Chelsea che dovrebbe liberarlo a zero. L’acquisto dell’esperto centravanti francese sarebbe un ottimo colpo, ma vista anche la situazione in bilico del gigante di Malmo, i vertici di via Aldo Rossi potrebbero essere spinti a compiere un ulteriore sforzo di mercato per rimpinguare la batteria di attaccanti a disposizione di mister Pioli.

Della serie “non tutti i mali vengono per nuocere”. Con Ibra in perfetta forma il rischio era di ritrovarsi a Milanello come terzo centravanti un giovane di belle speranze. Le strategie ora cambiano drasticamente. Serve un calciatore idoneo ad essere titolare in un club che vuole disputare la Champions da protagonista. Ecco perché starebbero perdendo quota le candidature di Amine Adli del Tolosa, ritenuto troppo acerbo e di Scamacca del Sassuolo. Più probabile che si punti su un nome altisonante come il vecchio sogno Jovic o come il Gallo Belotti che andrà a scadenza nel 2022.

Maldini potrà dormire poco nelle prossime settimane, ma fino ad ora ha dimostrato di saper gestire egregiamente le difficoltà. L’ennesima prova del nove per una leggenda del calcio giocato, che vuole confermarsi anche come dirigente top.

FOTO: Fanpage.it

Marco Fabio Ceccatelli

Comparatore Quote3

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.