Home News Milan-Bodø/Glimt, Pioli avanti in Europa League ma quanti rischi! Analisi e pagelle

Milan-Bodø/Glimt, Pioli avanti in Europa League ma quanti rischi! Analisi e pagelle

0

I rossoneri superano i norvegesi offrendo spettacolo ma anche qualche disattenzione difensiva di troppo

Il Milan anche senza Zlatan va: la notizia di Ibrahimovic positivo al Covid non scompone troppo i piani di Pioli che schiera Colombo unica punta dal 1’.
Inizio arrembante, sì, ma dei norvegesi: che al 7’ scaldano i guanti a Donnarumma con Zinckernagel, poi passano all’11 con Hauge che brucia Kessiè, offrendo l’assist a centro area che Junker deve solo spingere in rete anticipando Gabbia.
Nemmeno il tempo di esultare e Calhanoglu pareggia i conti: riceve da Bennacer, si gira comodamente e dai venti metri scarica un sinistro sotto al sette imparabile per Khaykin.
Difesa norvegese da brividi quando un retropassaggio si trasforma in un assist per Calhanoglu (bravo il portiere a chiudere), impalpabile quando il centrocampo rossonero accelera: Colombo in piena area mira allo specchio ma un super Khaykin decolla con la mano di richiamo, poi lo stesso Colombo trasforma il suo esordio assoluto da titolare in un sogno realizzando il 2-1. Tutto troppo facile: triangolo indisturbato Saelemaekers, Theo Hernandez, tacco di Calhanoglu e tap-in facile facile del giovane rossonero.

Ripresa dal volto completamente diverso, con il Bodø/Glimt che lentamente prende il Milan sulle gambe.
Al 51’ Calhanoglu fa 3-1 con un sublime piattone destro da angolo battuto da Castillejo, poi iniziano 40 minuti di pura sofferenza per i rossoneri: Hauge fa subito 3-2 al 54’ con una sassata da 20 metri (difesa milanista troppo ferma), poi è quasi un monologo norvegese interrotto da sprazzi rossoneri di Theo Hernandez, Daniel Maldini subentrato a Colombo e Theo Hernandez di scavetto salvato sulla linea.
Finale da thriller con i gialloneri che vanno vicini al 3-3 con Solbakken e Saltnes, che impegna Donnarumma con una superparata di istinto su colpo di testa e sparando al secondo anello di San Siro la palla del pareggio al 92’.

Milan che può anche fare a meno di Ibrahimovic con questo Calhanoglu e con questo centrocampo: ma male il secondo tempo con un vistoso calo fisico e mentale.

Il Bodø/Glimt saluta l’Europa a testa non alta, altissima: difesa a larghi tratti disastrosa, ma con un cuore enorme che però non basta.

Il pensiero di Pioli a fine gara: “Sapevamo che avremmo incontrato difficoltà, loro sono un gruppo propositivo. Gli attaccanti hanno delle ottime qualità. Abbiamo sofferto ma meritando la vittoria. Credo che non siamo Ibra dipendenti”.

Donnarumma 6,5: incolpevole sui gol, ma oltremodo decisivo sull’incornata di Saltnes che vale la qualificazione

Calabria 6: inserito nei meccanismi offensivi, soffre nel secondo tempo la stanchezza generale dei rossoneri

Kjaer 6: primo tempo senza scossoni, suggerisce a Castillejo di battere il corner che vale il 3-1, finale distratto con marcatura soft su Saltnes

Gabbia 5,5: anticipato sul primo gol di Junker, chiude un’azione determinante al primo tempo, rischia il gol nella ripresa

Theo Hernandez 6,5: spadroneggia sulla fascia ma con una retroguardia norvegese imballata, distratto più volte nel secondo tempo

Kessiè 6: parziali responsabilità sull’1-0 del Bodø/Glimt, si propone più volte in fase offensiva

Bennacer 6,5: partita asciutta e condita da molti assist, tra cui quello decisivo dell’1-1
(Tonali) sv

Castillejo 6: a Pioli non piace troppo l’approccio iniziale, poi migliora e da corner serve il 3-1
(Krunic) 6: buoni i movimenti, serve l’assist del potenziale 4-1 per Theo Hernandez

Calhanoglu 7,5: 9 gol, 10 assist: dopo il lockdown nessuno meglio di lui. Gara maiuscola, doppietta e tanta qualità

Saelemaekers 6: inserito nelle dinamiche rossonere di fascia, fa il suo

Colombo 7: 18 anni, 200 giorni: il marcatore rossonero in Europa più giovane di tutti i tempi. Mancino all’incrocio come avvisaglia di un gol che ricorderà per tutta la vita
(Maldini) sv: ottimo il movimento ma in fuorigioco per quello che poteva essere il 4-1

Pioli 5.5:  ottimo Milan la prima ora, troppi rischi alla fine. Spettacolo sì, ma condizione atletica e mentale da rivedere per i suoi.

Fonte foto: Calciomercato.com

Valerio Campagnoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.