Home News Manchester City: Rodri e Angeliño i primi rinforzi

Manchester City: Rodri e Angeliño i primi rinforzi

0

Mansour ha regalato a Guardiola due nuovi innesti, entrambi spagnoli. I Cityzens alla voce “trasferimenti minori” cedono Muric e Steffen, giovani portieri desiderosi di mettere in mostra le proprie doti

Il Manchester City da quando è stato acquisito dalla Abu Dhabi United Group è una delle protagoniste indiscusse del calciomercato. Il quotidiano spagnolo AS ha stilato la classifica delle dieci società che hanno speso di più a partire dalla stagione 2008/2009. Gli Sky Blues occupano il gradino più alto del podio (1 miliardo e 750 milioni). Seguono le due big spagnole: Real Madrid (1 miliardo e 460 milioni) e Barcellona (1 miliardo e 200 milioni).    

I cityzens vogliono confermare questo primato: giovedì scorso si è unito in rosa Rodrigo Hernàndez Cascante, noto più semplicemente come Rodri. Il mediano spagnolo classe ‘96 è stato prelevato dall’Atletico Madrid per 70 milioni di euro (valore della clausola rescissoria) e ha firmato un quinquennale. Il ragazzo aveva militato nelle giovanili dei colchoneros dall’età di 12 anni. Nel 2013 si è trasferito al Villarreal. Le buone prestazioni e la costanza di rendimento espressa nelle prime due stagioni da professionista (2016/2017 e 2017/18) con il Sottomarino Giallo, hanno convinto i rojiblancos a mettere sul piatto 25 milioni di euro per riaverlo. Il 23enne è nell’orbita della nazionale maggiore (7 presenze di cui 4 da titolare). Guardiola disporrà di un profilo alla “Busquets” (poche reti e assist ma tanta sostanza in mezzo al campo)

L’ex tecnico del Barcellona e del Bayern Monaco potrà contare anche su un nuovo arrivo: Angeliño, all’anagrafe José Ángel Esmorís Tasende. Il terzino classe ‘97 è nato calcisticamente nel Deportivo la Coruña. A 16 anni è approdato al City (per circa 4 milioni di sterline). Il prestito annuale al NAC Breda (2017/18) si rivela uno spartiacque fondamentale per lo spagnolo: viene inserito nella top 11 dell’Eredivisie e si guadagna le attenzioni del PSV Eindhoven che decide di acquistarlo per 5 milioni di euro. Il 2018/19 con Van Bommel non delude le speranze, anzi ne alimenta di nuove: dribbling e cross lo hanno reso uno dei terzini più temibili del campionato olandese alla voce “assist” (16 in 68 incontri). Mansour non ha esitato a spendere 12 milioni di euro e garantirgli un contratto quadriennale per riaverlo in rosa. La base è buona ma c’è da lavorare ancora molto: Guardiola dovrà far crescere il ragazzo in fase difensiva

Sul fronte uscite si segnalano due ufficialità

Arijanet Murić, portiere kosovaro classe ‘98, è stato ceduto in prestito al Nottingham Forest. Lo scorso anno è stato titolare in tutti i match (tranne la finale) disputati in League Cup. Si contenderà il ruolo di numero uno con l’esperto Pantilimon, 32enne romeno vecchia conoscenza del Manchester City (sotto contratto dal 2011 al 2014).

Identica sorte per il pari ruolo Zack Steffen, 24enne prelevato dal Columbus Crew (8 milioni di euro) reduce da una stagione ottima (eletto miglior portiere della scorsa MLS) e titolare degli Stati Uniti. Il ragazzo è stato immediatamente girato in prestito al Dusseldorf (aveva già militato in Bundesliga, al Friburgo, senza successo).   

Paolo A.G. Pinna 

Fonti foto: Twitter; Manchester City CF; YouTube; Manchester City FC; MLS Soccer

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.