Home News L’Udinese di Cannavaro, tra novità e speranze

L’Udinese di Cannavaro, tra novità e speranze

   Tempo di lettura 3 minuti

Ci sono molti ottimi motivi per ricordare Fabio Cannavaro, talentuosissimo difensore, uno dei migliori del calcio italiano e internazionale, capitano della squadra che trionfò impeccabilmente al mondiale di Germania del 2006 e ultimo italiano a vincere il mitico pallone d’oro

Di recente Cannavaro è stato chiamato ad allenare la pericolante Udinese e, vista l’attuale classifica, l’impresa promette di essere complicata al pari di quella di vincere un mondiale o quasi, vediamo la situazione. 

A tre giornate dalla fine l’Udinese occupa la terz’ultima piazza del campionato di Serie A, se finisse oggi i friulani sarebbero retrocessi in Serie B, evento che non si verifica da 30 anni, ma forse più che la classifica a preoccupare è il rendimento della squadra in questi ultimi tempi. Nelle ultime 5 partite i friulani hanno raccolto solo 2 sui 15 punti disponibili, unica nota positiva è che i 2 punti sono stati raccolti nelle ultime 2 partite: rispettivamente sul non facile campo del Bologna, in predicato di andare in Champions League e contro il Napoli la cui stagione non brillante nulla toglie al carisma dei partenopei.

A complicare la situazione sono i prossimi 3 incontri, due dei quali contro avversarie in lotta per non retrocedere: Empoli e Frosinone quartultime a quota 32 e quindi assolutamente non in vena di sconti e regali. Diversa la situazione col Lecce dal momento che i salentini sono già quasi salvi a 37 punti. La salvezza dei friulani deve concretizzarsi a partire dal prossimo turno, andando a vincere a Lecce e sperando nella sconfitta dell’Empoli all’Olimpico contro una Lazio a fasi alterne ma in piena corsa per l’Europa. Il Frosinone se la vedrà contro i neo-campioni d’Italia, bisognerà vedere quanto l’appagamento dei nerazzurri per il risultato raggiunto influirà sul loro rendimento nello scontro con i ciociari. Alla penultima giornata ci sarà lo scontro diretto tra Udinese ed Empoli, mentre all’ultima sarà il turno del Frosinone.

Insomma, una situazione intricata e complicata dove ormai ha poco senso fare calcoli. Da qui alla fine le partite vanno vinte tutte o quanto meno occorre vincere le prime due e vedere come si sono mosse le altre, non va infatti dimenticato che in piena lotta retrocessione sono invischiate anche Sassuolo (29), Cagliari (33) e Verona (34). Fabio Cannavaro con il suo grande carisma e la sua esperienza di calciatore potrebbe essere quel valore aggiunto per permettere ai friulani di agguantare la salvezza.    

Secondo l’opinione dei bookmaker le scommesse calcio Serie A attribuiscono ai friulani una quota pari a 2.70 per la possibile vittoria sul campo del Lecce mentre i salentini sono quotati a 2.65. La partita rappresenterà il posticipo della 36a di Serie A e questo è senza dubbio un vantaggio per l’Udinese che giocherà conoscendo il risultato delle dirette concorrenti. Gli antepost sulla retrocessione attribuiscono un elevato rischio al Sassuolo (1.30), seguito da Empoli (2.00), da Udinese (2.25), Frosinone (3.00), Cagliari (4.50) e Verona (15.00).  

Fonte foto: FootballItalia.net

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.