Home News L’Italia Under 21 non brilla e con l’Irlanda è 0-0, Kean entra...

L’Italia Under 21 non brilla e con l’Irlanda è 0-0, Kean entra e si fa espellere

0
Fonte it.shotoe.com

Finisce 0-0 il match fuori casa degli azzurrini che producono una prestazione opaca contro una formazione solida e che arrivava da tre vittorie consecutive

Dublino accoglie l’Italia Under 21 che è pronta a sfidare la capolista del gruppo A. Gli azzurri, con due partite in meno rispetta all’Irlanda, hanno vinto la loro unica sfida di qualificazione contro Lussemburgo e ora sono pronti ad un test più impegnativo. Mister Nicolato si affida in avanti a Scamacca e Pinamonti con Tonali e Locatelli perni del centrocampo. Guida la difesa l’interista Bastoni, in porta Carnesecchi. Dall’altra parte il c.t. Kenny schiera in attacco Parrott, talentino del Tottenham, a supporto di Idah.

Nella prima frazione il match si imposta subito sulla fisicità. Al 12′ intervento durissimo di Parrott su Tonali, gli azzurri chiedono il rosso ma l’arbitro non è d’accordo e ammonisce solamente l’irlandese. Dalla seguente punizione Scamacca mette a lato il tiro. Quattro minuti dopo ancora Italia pericolosa con il cross di Luca Pellegrini, Pinamonti devìa di testa e la palla sfiora il palo. Gli azzurri ora abbassano un po’ la guardia e l’Irlanda sale di tono. Molto attivi Idah e Parrott ed è proprio quest’ultimo a impegnare Carnesecchi con un tiro da fuori al 19′.

Le conclusioni dalla distanza sono la soluzione più frequente in questo momento, ci prova anche Ronan poco dopo il ventesimo ma l’estremo azzurro è sempre attento. Superata la mezz’ora ecco di nuovo affacciarsi l’Italia. Da azione d’angolo la palla arriva in area a Frattesi che conclude da ottima posizione ma il suo tiro termina di poco alto. Match bloccato e duro, fioccano le ammonizioni e si va all’intervallo.

Nella ripresa Nicolato cambia subito. Fuori Scamacca e Pinamonti dentro Cutrone e Kean inizialmente in panchina. I neoentrati creano subito scompiglio, Cutrone si fa vedere con un colpo di testa in area, Kelleher para. Poco dopo risponde il solito Parrott che va al tiro col destro, la palla esce di poco con Carnesecchi che controlla. Al 56′ bel tiro dalla distanza di Adjapong, che nel primo tempo ha sostituito l’infortunato Marchizza, l’estremo irlandese disinnesca la conclusione.

Al minuto 64 squadre in dieci. Moise Kean risponde a una provocazione di Parrott con una spinta troppo vigorosa, per l’arbitro è rosso diretto per l’azzurro e doppio giallo per il numero dieci irlandese, i due calciatori vanno sotto la doccia. All’82’ gran parata di Carnesecchi che va a deviare in angolo una punizione potente di Molumby. La partita, però, non decolla quasi mai e dopo quattro minuti di recupero l’arbitro dichiara finite le ostilità.

Gara non bella quella dell’Italia di Nicolato, molte le cose da rivedere. Davanti si è trovata una squadra molto fisica che non ha agevolato la spettacolarità del match. Alla fine, comunque, il pari è un risultato che in trasferta può andar bene agli azzurri. Sicuramente ci sarà da discutere sul comportamento di Kean, se ne parlerà nello spogliatoio. Ora testa all’Armenia lunedi 14 ottobre.

Queste le parole di Paolo Nicolato dopo il match: “Siamo una squadra in costruzione, miglioreremo, ma quella di oggi è stata una prestazione volenterosa e coraggiosa. Abbiamo trovato un avversario di buon livello, che sta meglio di noi fisicamente. È stata una partita complicata, come mi aspettavo, ma avremmo potuto sbloccarla se qualche episodio fosse girato nel verso giusto. È colpa nostra se abbocchiamo alle provocazioni. Conosciamo il loro modo di intendere le competizioni, non dobbiamo cascarci. Con l’Armenia speriamo di fare un’altra gara. Dobbiamo entrare nell’ordine di idee che il nostro girone è molto impegnativo”.

Glauco Dusso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.