Home News Ligue 1: Il Marsiglia del generale Tudor a caccia del Psg

Ligue 1: Il Marsiglia del generale Tudor a caccia del Psg

   Tempo di lettura 3 minuti

L’ex allenatore del Verona è sbarcato in Francia e rimanendo fedele ai suoi principi ha portato l’OM a giocarsi il titolo con i parigini

Quello francese è sicuramente uno dei campionati più prevedibili d’Europa. C’è il Paris Saint-Germain, con il suo strapotere economico, e poi ci sono le altre squadre, che faticano a starle dietro. Negli anni, però, non sono mancate le sorprese, basti pensare al successo del Lille nel 2021 o a quello del Monaco nel 2017. Per il resto, otto titoli nell’ultimo decennio per i parigini, che quest’anno ne vogliono aggiungere un altro. Per farlo, dovranno però vedersela con Igor Tudor ed il suo Marsiglia.

Il tecnico croato, dopo gli ottimi risultati ottenuti alla guida del Verona, la scorsa estate è passato all’OM, raccogliendo la pesante eredità di Sampaoli. Ha preso una squadra arrivata seconda in classifica, seppur a quindici punti di distacco dal Psg, con uno stile di gioco ben preciso e dei principi tattici altrettanto chiari. L’inizio non è stato facile, ma con pazienza e costanza Tudor è stato in grado di costruire una formazione a sua immagine e somiglianza. Non è un mistero che uno dei mentori dell’ex difensore della Juventus sia Antonio Conte, dal quale ha preso spunto per la difesa a tre, nonché per lo stile di gioco tanto organizzato quanto aggressivo. Il suo 3-4-1-2 si basa, da un lato, su velocità e verticalità in fase di possesso e, dall’altro, su un pressing intenso ed immediato che si attiva non appena viene perso il pallone. Il nuovo Marsiglia di Tudor gioca in maniera sfrontata ed allo stesso tempo compatta, tiene il baricentro alto e cura anche la fase difensiva. E’ un tipo di calcio dispendioso, non facile da attuare, ma l’ex allenatore del Verona è riuscito in poco tempo a guadagnarsi la credibilità necessaria per farsi seguire dal suo gruppo di giocatori lungo il sentiero che ha tracciato per loro. Tra i calciatori dell’OM che si sono distinti in questo inizio di stagione meritano una menzione Chancel Mbemba, leader dei tre di difesa, a centrocampo Mattéo Guendouzi e l’ex romanista Cengiz Under. Bene anche l’ex Inter Alexis Sanchez.

Attualmente, il Marsiglia è secondo con 49 punti dopo 23 partite, a -5 dal primo posto del Paris Saint-Germain. Una delle prime parti di stagione migliori da tanti anni a questa parte, condita dalla vittoria proprio contro i parigini in Coppa di Francia. Vincere il campionato sarà molto più difficile, quasi un miracolo, ma il comandante Tudor ci crede e ci credono anche i suoi ragazzi e la stagione è ancora lunga e imprevedibile.

Luca Missori

(Fonte immagine: Sportface.it)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.