Home News Lega-Aic, riunione saltata e rinviata. Assocalciatori: “Pronti a fare la nostra parte”

Lega-Aic, riunione saltata e rinviata. Assocalciatori: “Pronti a fare la nostra parte”

0

Slitta l’incontro tra le due componenti per decidere sul taglio degli stipendi dei calciatori

Doveva essere una giornata decisiva sul fronte del taglio degli stipendi dei calciatori, quella di ieri (lunedi 30 marzo ndr), ma invece la riunione tra la Lega e l’Aic inizialmente prevista per il tardo pomeriggio è stata rinviata a data da destinarsi e più precisamente ai prossimi giorni. Il motivo ufficiale della riunione – prevista in conference call – è stato il protrarsi di quella precedente dell’Aic. Dunque nulla di fatto e proprio nel momento in cui tutti si attendevano una decisione importante, soprattutto sulla scia di quanto avvenuto a Torino, tra la Juventus e i propri calciatori, che hanno raggiunto un accordo per il taglio del 70% dei propri stipendi.

L’Assocalciatori ha comunque diramato un comunicato nel quale afferma che i calciatori sono pronti a fare la propria parte e a rinunciare ad una porzione del loro salario. La stessa Aic, ha anche affermato di aver già stilato un piano nel caso in cui si dovesse procedere per questa strada e che tale operazione, non riguarderebbe soltanto la Serie A, ma vedrebbe coinvolte tutte le altre leghe: quella di Serie B, quella di C, la Lega Dilettanti e quella femminile. Ma non è tutto, perché sempre dal comunicato dell’Aic, si legge come i calciatori vogliano concludere la stagione in corso e si dichiarano pronti per tornare a giocare, ma soltanto se le condizioni generali lo permetteranno e con l’assistenza e il supporto dei medici.

Intanto nella giornata di domani, (mercoledi 1 aprile ndr), è prevista una riunione tra le federazioni e la Uefa. Si discuterà proprio di come andare avanti e se riprendere l’attività dei vari campionati nazionali e delle coppe europee: proprio su quest’ultimo aspetto, la stessa Uefa, è stata abbastanza chiara e non intende rinunciare alla conclusione dei due tornei continentali, soprattutto per ragioni economiche. Infatti si stima che la mancata conclusione di Champions ed Europa League produrrebbe danni per 1 miliardo di euro all’organo che governa il calcio continentale. Un’ulteriore botta importante dopo il rinvio di Euro 2020 all’anno prossimo. L’impressione – anche se non ci sono conferme ufficiali sotto questo aspetto – è che la Lega Serie A e l’Assocalciatori aspetteranno proprio l’esito del vertice di domani, per poi procedere di conseguenza con quello che emergerà.

Infine una notizia a margine: la Figc è intenzionata a chiedere al governo l’1% degli introiti sulle scommesse per salvare a livello economico il calcio italiano: soprattutto le leghe minori che rischiano di essere le più esposte alle ricadute economiche della pandemia, con il rischio concreto che molti club possano sparire.

Leonardo Tardioli

Fonte foto: newsmondo.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.