Home News Lecce-Cagliari 2-2, i pugliesi riacciuffano i sardi in un finale rovente

Lecce-Cagliari 2-2, i pugliesi riacciuffano i sardi in un finale rovente

2

Pari che sta stretto agli ospiti: in vantaggio di due gol (Joao Pedro su rigore e Nainggolan) fino all’83’, la squadra di Maran si fa riprendere da Lapadula (poi espulso insieme a Olsen) e Calderoni

LECCE – Alla fine si è giocato ed è stato anche uno spettacolo piacevole. Lecce-Cagliari, inizialmente in programma domenica alle 20:30 ma rinviata per pioggia, è finita 2-2 e tra gol, rigori ed espulsioni è successo di tutto.

Si può dire che sono due persi per il Cagliari, passato in vantaggio al 25′ grazie al rigore di Joao Pedro dopo il fallo di mano in area di La Mantia. Lo stesso ex attaccante del Cosenza prova a farsi perdonare sul finire di tempo, ma Olsen d’istinto gli nega il gol. Nella ripresa Nainggolan firma il bis al 66′ con un preciso tiro all’angolino.

Ma nel finale succede di tutto: all’81’ Cacciatore respinge di braccio un colpo di testa a botta sicura di La Mantia: espulsione e rigore realizzato da Lapadula. Nella foga per riprendere in fretta la palla, l’attaccante litiga con Olsen: testata reciproca e doppia espulsione. In 10 contro 9 il Lecce si riversa nell’area sarda e a tempo scaduto trova il pareggio con un sinistro rasoterra di Calderoni su cui Gabriel non ha potuto nulla. Un punto insperato e bicchiere decisamente pieno per Liverani, mentre i sardi lasciano il Via del Mare con l’amaro in bocca. In classifica i salentini salgono a 11, il Cagliari è ora quarto insieme alla Roma a 25.

Fonte foto: sportmediaset.it

Francesco Carci

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.