Home News Lazio-Sassuolo 1-2, Caputo nel finale affonda i biancocelesti – analisi e pagelle

Lazio-Sassuolo 1-2, Caputo nel finale affonda i biancocelesti – analisi e pagelle

0

Colpaccio dei neroverdi che ottengono la quarta vittoria consecutiva e restano in piena corsa per l’Europa League. Per i capitolini terzo ko di fila, addio definitivo ai sogni scudetto. A segno Luis Alberto, Raspadori e Caputo

ROMA – Il Sassuolo non si ferma più, per la Lazio ora è crisi nera. I neroverdi di De Zerbi firmano il colpaccio all’Olimpico battendo 2-1 in rimonta i biancocelesti grazie ai gol di Raspadori e Caputo dopo il vantaggio di Luis Alberto. Per gli emiliani è la quarta vittoria consecutiva, terzo ko di fila invece per i ragazzi di Simone Inzaghi che dicono definitivamente addio allo scudetto.

Inzaghi schiera Milinkovic nonostante non sia al 100%, De Zerbi sorprende tutti lasciando in panchina Berardi, Muldur e Caputo e dando fiducia al classe 2000 Raspadori. Ed è proprio il giovane attaccante a sbloccare la gara dopo 6′, ma il Var annulla per fuorigioco. La beffa è doppia quando, al 33′, un rinvio di Locatelli finisce sulla gamba di Luis Alberto con una traiettoria che beffa Consigli. Vantaggio rocambolesco per i padroni di casa, pur senza brillare. Il Sassuolo non si abbatte e sfiora il pareggio con Boga sul finire di primo tempo. E’ il preludio all’1-1 che arriva dopo 7′ della ripresa quando Raspadori, questa volta sì, finalizza un grande assist di Caputo, entrato dopo l’intervallo al posto di Traore. Gli oltre 20 punti di differenza in classifica non si vedono, anzi: la Lazio è sulle gambe, il Sassuolo invece sembra più tonico e ha il merito di crederci fino al finale. Infatti al 91′ Caputo trova il tap-ìn decisivo di testa da un calcio d’angolo: è la rete (la 16/a per l’ex Empoli, eguagliato il record dell’anno scorso) che vale il quarto successo consecutivo per De Zerbi e che chiude definitivamente ogni speranza di scudetto per i biancocelesti.

Commento
Tolte le partite di Europa League, raramente si è vista quest’anno una Lazio così in difficoltà. Squadra sulle gambe, con pochi ricambi e con una condizione fisica precaria. Nessuno poteva prevedere a gennaio tutto il caos dovuto alla pandemia, ma la società dovrebbe riflettere sul fatto che la coperta è troppo corta e che questa rosa non può gestire il doppio impegno. Ennesima prestazione di livello per il Sassuolo che, invece, sembra definitivamente maturato dopo il lockdown. De Zerbi ha tantissimi ricambi e riesce a ottenere grandi risultati anche rinunciando a giocatori importanti. L’Europa League è ancora alla portata…

Simone Inzaghi: “Non dobbiamo mollare”
“E’ un momento delicato che ultimamente non abbiamo mai attraversato, non dobbiamo mollare”. Così Simone Inzaghi dopo la terza sconfitta consecutiva della sua Lazio. “Molti calciatori non sono al top della forma: Cataldi, Leiva e Milinkovic non potevano giocare una partita intera, ho chiesto loro un sacrificio – aggiunge il tecnico biancoceleste -. Giocando ogni tre giorni non riusciamo a ruotare i calciatori. Bisogna però saper superare questo momento ed evitare di perdere determinate partite”.

Pagelle Lazio
Strakosha 5,5:
incerto sul gol decisivo di Caputo e non è la prima volta in un corner.
Bastos 5: eterna sensazione di insicurezza.
Acerbi 6: uno dei pochi a salvarsi, nel finale si adatta come centravanti.
Radu 5,5: soffre la rapidità di Djuricic nel primo tempo e di Caputo nella ripresa (Vavro sv).
Lazzari 6,5: solito peperino nel primo tempo, da un suo scatto nasce il gol di Luis Alberto.
Milinkovic 5,5: non sta bene fisicamente e si vede (Lucas Leiva 5,5: perde tutti i duelli aerei).
Parolo 5,5: soffre nel ruolo di regista, avrebbe bisogno di riposo.
Luis Alberto 6: gol fortunoso, ma sembra un lontano parente di quello della prima parte di stagione (Adekanye sv).
Lukaku 5,5: meglio quando entra a partita in corso (Jony 5,5: pochi cross, si vede raramente).
Immobile 5,5: è in grande difficoltà ed anche parecchio nervoso.
Caicedo 5: un fantasma, non si vede mai (Cataldi 5,5: prova l’eurogol nel finale, ma non è preciso).
S. Inzaghi 5,5: può fare poco tra infortunati e giocatori fuori condizione.

Fonti foto: fantacalcio.it, zazoom.it, calciomercato.com

Francesco Carci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.