Home News Lazio, nessun molli! Sette gare per crederci ancora

Lazio, nessun molli! Sette gare per crederci ancora

0

I capitolini si stanno mangiando le mani per la debacle di Lecce, visti risvolti della gara di San Siro. C’è chi ancora crede nella rimonta scudetto

Il campionato post Covid-19 ha già regalato alcune indicazioni importanti in ottica scudetto. La Juventus, nonostante la rovinosa caduta in casa del Milan (4-2 da 0-2) è lanciatissima verso il suo nono titolo, a causa del ruolino di marcia deficitario della Lazio che, dopo la ripresa ha collezionato solo sei punti in 5 partite, frutto di 2 vittorie e ben tre sconfitte. Finché la matematica non condanna la squadra di Inzaghi è d’obbligo crederci, anche perché alcune testate giornalistiche stanno insinuando che persino l’Atalanta, distante 9 punti, potrebbe fare un pensierino al tricolore. Senza dimenticare l’Inter che, in caso di vittoria a Verona si porterebbe a -8 dalla Vecchia Signora.

Detto questo, l’umore nel quartier generale biancoceleste non è dei migliori. Nel match con il Lecce hanno deluso persino i totem Acerbi, Immobile e lo stesso Milinkovic è apparso poco lucido sotto porta. Sette punti da recuperare in sette partite non sono pochi, ma la Lazio pre pandemia avrebbe potuto senza dubbio sperare nell’impresa di vincerle tutte, quella attuale può anche solo pensare una cosa del genere? Ora non solo l’undici titolare è decimato, anche la panchina denuncia delle assenze pesanti. Intanto testa alla sfida col Sassuolo, con un occhio allo scontro diretto Juventus-Atalanta, il 20 luglio è vicino, sarebbe delittuoso arrivare alla super sfida con i bianconeri con un distacco siderale.

Capitolo mercato – C’è chi si accontenta della qualificazione quasi matematica alla Champions (mancano 4 punti) e guarda avanti, al calciomercato che dovrà, per forza di cose, fare della Lazio una squadra in grado di affrontare tre competizioni ad alti livelli. Allo stato attuale il colpo più vicino alla chiusura è Marash Kumbulla, c’è l’accordo col giocatore per un quinquennale da 1,5 milioni a stagione più bonus. Il Verona chiede 30 milioni più il cartellino di Andrè Anderson, Lotito per ora è arrivato ad offrirne 20 più il cartellino del brasiliano. Probabile che a metà strada si materializzi la classica fumata bianca. Si tratterebbe di un difensore giovane, con un solo anno di Serie A alle spalle, ma gli addetti ai lavori sono pronti a scommettere sull’esplosione definitiva del centrale della nazionale albanese.

FOTO: Cittaceleste.it

Marco Fabio Ceccatelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.