Home News Lazio in versione snob: a Cipro finisce 2-0 per l’Apollon Limassol. Analisi...

Lazio in versione snob: a Cipro finisce 2-0 per l’Apollon Limassol. Analisi e pagelle

0

Biancocelesti condannati dalle reti di Faupala e Markovic. Sfuma ufficialmente la possibilità di arrivare al primo posto nel girone H

Partita da dimenticare per la Lazio, battuta dall’Apollon Limassol nel quinto turno della fase a gironi di Europa League (2-0 il finale). La qualificazione era già stata centrata nella giornata precedente e quindi non c’era l’assillo del risultato.

Per questo Inzaghi schiera inizialmente una formazione composta esclusivamente da seconde linee, ad eccezione dello stacanovista Acerbi.

Ne viene fuori un match poco combattuto e senza grandi emozioni. La Lazio prova a far valere il suo maggior tasso tecnico, senza però mettere la grinta necessaria. L’Apollon pian piano prende coraggio e passa in vantaggio con una rovesciata strepitosa di Faupala.

Nella ripresa non cambia l’andamento della partita, con l’aquila priva di mordente e a tratti un po’ altezzosa. I padroni di casa dal canto loro non fanno cose eclatanti, ma hanno il merito di tenere basso il ritmo e di contenere le rare sortite laziali.

La logica conseguenza è il raddoppio cipriota con Markovic, che finalizza un bel contropiede portato avanti da Papoulis. L’unica nota positiva della serata per i biancocelesti è l’esordio del difensore della Primavera classe 2001 Armini.

Dunque, sconfitta meritata per la Lazio, che vede sfumare il primo posto nel raggruppamento. A prescindere dal turnover non si può scendere in campo con questo atteggiamento spocchioso e rinunciatario. Servirà da lezione per il futuro.

Dichiarazioni Inzaghi

“Ho fatto delle scelte che potessero aiutarci in vista della gara di domenica. La sfida di oggi non aveva una grande importanza e per via di ciò ho deciso di far riposare diversi giocatori per il campionato. Bisogna dire che anche il campo non ha aiutato. L’Apollon Limassol comunque è per me un’ottima squadra: ha giocato bene e meritato la vittoria”.

Pagelle Lazio

Proto 6: Non effettua nemmeno una parata. Subisce due goal su cui nulla poteva.

Bastos 5: Inizia con una scivolata da brividi per poi proseguire senza lode.

Acerbi 6,5: Non accusa per niente la stanchezza. Fa il suo con ordine ed è l’ultimo ad arrendersi.

Luiz Felipe 5: Si perde la marcatura di Faupala e sbaglia tanto in fase di impostazione.

Caceres 5: Poco incisivo sulla fascia. Era un’opportunità, l’ha sprecata malamente.

Murgia 5: Non ha il ritmo partita. Prova ad inserirsi in area e ad impostare con scarso successo.

Cataldi 6: Tra i pochi positivi. Si ritrova a predicare nel deserto, ma sfiora il goal su punizione.

Berisha 5: Prestazione molto al di sotto delle aspettative. Troppo lezioso, come in occasione del pallone perso da cui scaturisce il 2-0 dell’Apollon.

Durmisi 5: Doveva dimostrare di essere un ricambio importante ed invece si rivela un gran flop. Scende poco sulla fascia e non chiude adeguatamente su Markovic.

Correa 5,5: Dopo il goal al Milan si pensava a tutt’altro tipo di prestazione. All’inizio mette in campo le sue indubbie qualità, ma man mano sprofonda con il resto della squadra.

Caicedo 5: Non viene servito per niente. Al tempo stesso non si fa notare in nessun modo.

Dal 60′ Lulic 5.5: Nemmeno il capitano riesce a scuotere la squadra.

Dal 60′ Rossi 5,5: Aspettava da tempo quest’occasione. Peccato non venga supportato dai compagni.

Dall’85’ Armini s.v: Esordio ufficiale in prima squadra per il difensore classe 2001.

Simone Inzaghi 5,5: Turnover troppo eccessivo per puntare al primo posto. L’auspicio è che paghi in vista del match col Chievo in campionato.

Antonio Pilato

Fonte immagine: sport.sky.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.