Home News Lazio forza 4

Lazio forza 4

1

Buoni colpi messi a segno dal DS Tare. Si tratta di Vavro, Lazzari, Jony e Adekanye

La stagione 2019/20 della Lazio deve essere quella del definitivo salto di qualità. È un obiettivo invocato dalla società, da mister Inzaghi e dall’irriducibile popolo biancoceleste. Il felice finale dello scorso anno, coronato con la grande vittoria della Coppa Italia ai danni dell’Atalanta, dovrà essere un presupposto da cui ripartire, per arrivare a raggiungere traguardi sempre più soddisfacenti.

Dopo aver resistito alle pretese juventine, che volevano un approdo di mister Simone Inzaghi sotto la mole Antonelliana, la società capitolina, coadiuvata in primis dal patron Lotito e dal DS Igli Tare, sta lavorando per costruire una squadra, a tratti molto competitiva nell’annata precedente, ma con qualche lacuna, soprattutto in fase difensiva, che non gli ha permesso di condurre un’intera stagione all’altezza (eliminazione ai sedicesimi di Europa League e ottavo posto in serie A).

Il mercato, per adesso, ha regalato a Inzaghi 4 giocatori molto interessanti. Eccoli nel dettaglio

UN GIGANTE IN DIFESA

Iniziando, appunto, dalla fase difensiva, un acquisto di grande interesse è stato quello di Denis Vavro. Il centrale di nazionalità slovacca è arrivato in capitale per una cifra attorno ai 10,5 di euro. Il giocatore, classe 1996, ha trascorso la sua ultima stagione in Danimarca, al Copenaghen, con cui ha disputato ben 42 partite tra campionato e coppe, condite da ottime prestazioni e dalla vittoria del campionato danese.

Alto 1.93, il gigante slovacco è un difensore centrale dall’imponente prestanza fisica ma anche dagli educatissimi piedi. Presente in pianta stabile anche nel giro della Nazionale, divide il suo territorio difensivo con l’interista Skriniar, suo grande amico. Alla Lazio, il suo nuovo compagno di reparto sarà Acerbi con cui Inzaghi è convinto di poter definitivamente suggellare un reparto, che dopo la partenza di de Vrij e Hoedt, non ha trovato grande continuità.

UN NUOVO PADRONE IN FASCIA DESTRA

Se nella parte centrale, l’altezza deve essere un’assoluta prerogativa, nelle corsie conta più la resistenza e la corsa, due caratteristiche idonee al secondo acquisto laziale, ossia Manuel Lazzari. Dalla Giacomense in serie D alla Lazio in Europa, il passo è stato più che breve per l’ex esterno destro della Spal.

Arrivato a Roma per una cifra intorno agli 11 milioni + il cartellino di Murgia, Lazzari sarà, con grande probabilità, il nuovo padrone della corsia di destra, Marusic permettendo. Il giocatore, classe 1993, è stato nell’ultimo anno di campionato uno dei migliori assistman, chiudendo a 8 passaggi vincenti al pari di Quagliarella e De Paul. A Ciro Immobile piace questo elemento…

JONY È QUASI MAGIA

Passando da un lato all’altro del campo, a sinistra è arrivato lo spagnolo Jonathan Rodriguez Menendez, meglio conosciuto come Jony. L’ala sinistra, classe 1991, arriva dal Deportivo Alaves, con cui ha disputato una stagione da grande protagonista, giocando 37 incontri tra campionato e coppa del Rey, mettendo a segno 4 gol e realizzando la bellezza di 11 assist (terzo nella classifica dei migliori assistman dell’ultima Liga).

Jony, arrivato alla Lazio per circa 2-3 milioni di euro, dovrà giocarsi il posto con Lulic ma, allo stesso tempo, può permettere al suo nuovo allenatore di cambiare modulo, mettendo un attacco a 3. Con lui e Lazzari, i cross in mezzo non mancheranno.

CLASSE ORANGE

Infine, per il reparto offensivo, i biancocelesti hanno puntato a Bobby Adekanye. Arrivato a parametro zero dal Liverpool, si tratta di un giocatore olandese brevilineo (1.70) classe 1999, dotato di ottima tecnica in corsa e di un grande dribbling. Rapidità e velocità sono i suoi punti di forza. Adekanye predilige giocare da esterno destro, in modo da potersi accentrare continuamente per cercare il tiro con il suo piede preferito. Già nelle prime partite di ritiro, ha incantato buona parte dei suoi nuovi tifosi, mettendo a segno una doppietta nella goleada contro l’Auronzo. L’età e il talento sono dalla sua parte.

Il mercato laziale non finirà qui, ma i presupposti, per adesso, sono abbastanza soddisfacenti

Fonte foto: pictame.biz

Sandro Caramazza

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.