Home News Lazio, dopo 18 turni d’imbattibilità sfida all’Inter nello scontro al vertice

Lazio, dopo 18 turni d’imbattibilità sfida all’Inter nello scontro al vertice

1

La squadra guidata da Inzaghi, superato il record di risultati positivi che fu di Sven Goran Erikson nella stagione 1998/99, mette nel mirino i nerazzurri. All’andata la vittoria non sorrise ai capitolini che però dalla gara seguente non hanno più conosciuto sconfitta

Immobile e compagni sono entrati di diritto nella storia del club romano, per merito del goal di Caicedo contro il Parma l’imbattibilità dei ragazzi di Simone Inzaghi supera di una lunghezza la striscia positiva della formazione in cui militavano nomi del calibro di Christian Vieri, Pavel Nedvěd, Siniša Mihajlović e Alessandro Nesta solo per citarne alcuni.
Simone non c’era, sarebbe arrivato l’anno dopo e sarebbe rimasto, tolta qualche parentesi bergamasca e doriana, per i ventuno anni successivi.

L’ultima sconfitta della formazione attuale risale al 25 settembre ’19, a San Siro proprio contro l’Inter, come se non bastasse lo scontro diretto per il primo posto, ormai difficile da nascondere, a dare gusto al match in programma domenica sera.

Non arriverà solo col morale alle stelle questa Lazio all’incontro con la compagine di Antonio Conte ma anche con le gambe meno stanche dovute all’assenza di impegni di coppa infrasettimanali, un particolare non da poco vista l’attuale situazione di classifica, mercoledì invece i neroazzurri saranno chiamati all’impegno di Coppa Italia contro il Napoli che potrebbe rubare loro energie.

Sarà questa la vera arma in più dei capitolini, oltre alla straordinaria condizione fisica sia dei titolari che delle seconde linee, che quando chiamate in causa hanno sempre risposto degnamente nel corso della stagione.

Il primo allenamento di preparazione alla sfida con l’Inter di questa settimana ha visto il rientro di Bastos, un trauma al piede lo aveva reso indisponibile a Parma e si temeva per un suo stop, oggi invece ha effettuato il riscaldamento, il possesso palla e il lavoro atletico insieme al resto della squadra.
Per il big match del sunday night l’unico che resta in dubbio è Lulic fermo per un infortunio alla caviglia dal recupero col Verona, viene monitorato giornalmente ma il problema non sembra rientrare, in caso di assenza Jony è pronto a dare il suo contributo alla causa biancoceleste. A Formello gli unici altri assenti all’odierno allenamento sono stati Parolo e il convalescente Lukaku.
Non dovrebbero destare preoccupazioni le condizioni fisiche di Patric, allontanatosi prima degli altri dal campo d’allenamento in seguito ad uno scontro di gioco.

Fonte foto:inx.lazialità.com
Roberto Lojudice

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.