Home News Lazio, che fatica! L’Empoli cade 1-0 di rigore – analisi e pagele

Lazio, che fatica! L’Empoli cade 1-0 di rigore – analisi e pagele

0

I biancocelesti si impongono sui toscani grazie al penalty procurato e realizzato da Caicedo

Per la ventitreesima giornata di Serie A va in scena all’Olimpico il match tra Lazio ed Empoli; i capitolini, al terzo impegno in 7 giorni, cercano continuità in ottica Champions League, gli ospiti devono assolutamente fare punti in chiave salvezza, avendo realizzato solo 2 punti nelle ultime 7 giornate.

Le squadre vengono schierate in modo speculare, 3-5-2, con Inzaghi che manda in campo il neo acquisto Romulo, davanti Correa e Caicedo dovendo rinunciare a Immobile infortunato, Iachini si affida invce al duo di attacco Caputo-Farias.

In avvio di primo tempo succede poco, ci prova l’Empoli dopo 7 minuti con Caputo che si libera di Bastos e conclude trovando la parata di Strakosha; dopo questo episodio salgono i padroni di casa, che trovano il gol, annullato per sospetta posizione di fuorigioco, con Milinkovic-Savic; subito dopo tre occasioni sempre per i biancocelesti con Correa, la cui conclusione viene parata da Provedel, di nuovo Milinkovic che di testa conclude fuori e nuovamente con Correa che calcia sui piedi dell’estremo difensore toscano. Il vantaggio si materializza al minuto 42, Caicedo approfitta dell’incertezza di Provedel che lo atterra, l’arbitro Chiffi concede il rigore e l’ecuadoriano realizza insaccando nell’angolino in basso a sinistra. Di lì nulla di rilevante fino all’intervallo.

Nella ripresa, la Lazio accusa la stanchezza per gli impegni ravvicinati, Acerbi prima e poi il solito Correa, si divorano i palloni del possibile raddoppio, ma in generale è l’Empoli a tenere le redini del gioco, sfiorando il pari con Krunjc che conclude, servito da Di Lorenzo, sul fondo. Al minuto 78 altro brivido per la retroguardia di casa: Silvestre colpisce di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione ma la palla attraversa tutto lo specchio della porta senza che nessuno riesca a deviarla in rete. Esauriti tutti i cambi, è sempre l’Empoli a cercare con insistenza il pari, con la Lazio che si affida alle ripartenze con il nuovo entrato Pedro Neto e con Correa, non alla sua miglior prestazione, ma il risultato non varia e dopo 3 minuti di ricupero, il triplice fischio di Chiffi manda le squadre negli spogliatoi.

Con questi 3 punti, la Lazio torna temporaneamente da sola al quarto posto a quota 38 punti; per l’Empoli è notte fonda, i toscani rimangono al quartultimo posto a +1 sul Bologna.

Le dichiarazioni di Inzaghi

“Ottimo primo tempo, poi nella ripresa senza soffrire, anche se abbiamo lasciato troppo palleggio all’Empoli. Milinkovic e Correa hanno giocato non in perfette condizioni, Caicedo aveva un problema al polpaccio. Avevo solo tre difensori, quindi ho dovuto anche risistemare la squadra con qualche cambio. Onore a questi ragazzi che hanno vinto due partite molto importanti. Partita simile a Frosinone, bravi a difendere il risultato tutti insieme.”

Pagelle Lazio

Strakosha 6 l’Empoli tiene il gioco ma non lo impegna mai seriamente

Bastos 5 nel primo tempo viene saltato da Caputo per l’unica vera occasione degli ospiti, non dà mai sicurezza al reparto arretrato

Acerbi 7 il migliore dei suoi con Caicedo, fa tutto quello che un difensore dovrebbe, bravo anche ad impostare e a proporsi in avanti

Radu 6 controlla bene Di Lorenzo e fa il suo per tutto il match

Romulo 6 partita d’esordio per l’italo-brasiliano, mostra di essere probabilmente migliore dell’odierno Marusic

Milinkovic-Savic 6 pian piano sta cercando di tornare quello della passata stagione, nel primo tempo sfiora il gol in un paio di occasioni e gli viene, ingiustamente, annullata una rete (dal 58′ Cataldi 5 non cambia l’inerzia della gara, in quel momento a favore dell’Empoli)

Leiva 5 la peggior prestazione da quando è a Roma, sbaglia molto, ma a 32 anni, 3 gare in 7 giorni pesano non poco

Berisha 5.5 dovrebbe dare di più, il giocatore ammirato a Salisburgo, e nella partita di Parma, non c’è ancora (dal 77′ Badelj 5 è sembrato che facesse un favore ad entrare in campo)

Lulic 6 ennesima gara di sgroppate sull’out di sinistra, nel secondo tempo è preda della stanchezza come i suoi compagni

Correa 5.5 è una spina nel fianco della difesa empolese ma non riesce mai a trovare la finalizzazione

Caicedo 7 i limiti in fase realizzativa ci sono, e si vedono, ma lui compensa con abnegazione e spirito di sacrificio, si procura e realizza il rigore che vale la seconda vittoria consecutiva(dall’85’ Pedro Neto 6 ingresso a fine gara frizzante per il giovane portoghese che si rende protagonista comunque di un paio di giocate interessanti)

S. Inzaghi 6 Salvando i 3 punti, stasera la lazio non gira, ma è quasi comprensibile visti i tanti impegni ravvicinati, alcune decisioni sono difficilmente interpretabili, come la scelta di inserire cataldi al posto di milinkovic, fino a quel momento uno dei più vivi

(fonte foto: calciomercato.com)

Simone Pinto

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.