Home News La Roma si rilancia a Parma e manda in archivio il 2018:...

La Roma si rilancia a Parma e manda in archivio il 2018: finisce 0-2. Analisi e pagelle

0
Foto Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse 29/12/2018 Parma (Italia) Sport Calcio Parma-Roma Campionato Italiano Serie A TIM 2018/2019 - Stadio Tardini Nella foto: Bryan Cristante festeggia il suo goal con i compagni Photo Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse 29/12/2018 Parma (Italy) Sport Soccer Parma-Roma Italian Football Championship League Serie A Tim 2018/2019 - Tardini Stadium In the pic: Bryan Cristante celebrate his goal with teammates

Secondo successo di fila e quarto posto lontano soltanto due lunghezze

La Roma si ritrova. Si rilancia al Tardini fiondata verso il quarto posto. Contro il Parma, infatti, i giallorossi centrano la seconda vittoria di fila e chiudono il 2018 al quinto posto in classifica. DI Francesco ritrova Dzeko e lo lancia dal primo minuto spedendo Schick in panchina. Per il resto non ci sono novità di formazione, eccetto il ritorno tra i convocati di Lorenzo Pellegrini.

La prima frazione di gioco è abbastanza noiosa. Sono i giallorossi a fare la partita, esercitando un possesso palla però fine a se stesso. Il Parma, invece, sfrutta il contropiede e gli spazi lasciati dalla difesa ospite. E da uno di questi nasce l’occasione più importante del primo tempo, con Siligardi che lanciato in verticale si ritrova da solo davanti ad Olsen, trovando però un super intervento dello svedese. Si arriva così alla ripresa, e qui si vede un’altra Roma. La squadra, infatti, è più concreta, e trova subito il vantaggio grazie al colpo di testa di Cristante dagli sviluppi di un corner. Il vantaggio, e anche i maggiori spazi, galvanizzano i capitolini, che giocano bene e mettono in scena anche interessanti azioni corali. Per il raddoppio è decisivo il neo-entrato Lorenzo Pellegrini, che imbeccato all’interno dell’area serve Under sul secondo palo, trovando anche una leggera deviazione. Il pallone arriva comunque al turco, che batte Sepe. È 0-2, con il match che si chiude di fatto lì. I giallorossi avrebbero le chance per triplicare, il Parma per accorciare, ma alla fine termina così.

Sono 3 le buone notizie per Eusebio Di Francesco. Innanzitutto la vittoria. Una vittoria che, complice il pareggio della Lazio contro il Torino, proietta i giallorossi a -2 dal quarto posto. Positiva anche la prestazione di squadra. Se nel primo tempo l’11 capitolino appariva troppo sterile, nella ripresa ha concretizzato al massimo, mettendo in mostra ottime azioni palla al piede e in verticale. Fondamentali, infine, i recuperi degli infortunati. Dzeko, seppur arrugginito, ha riportato presenza in attacco. Lorenzo Pellegrini, invece, si è messo tra le linee e ha riportato quella qualità che mancava alla manovra. Il 2018 si chiude dunque così, con una vittoria e tante belle notizie. Appuntamento all’anno nuovo, quando la Roma non potrà più smettere di correre.

Una sconfitta indolore, invece, per il Parma. La classifica, infatti, resta più che positiva e senza pressioni. È mancata, contro i giallorossi, la presenza di Inglese, con i ducali non in grado di concretizzare le poche chance capitategli.

LE DICHIARAZIONI DI DI FRANCESCO

“Abbiamo recuperato giocatori importanti e questo ci ha dato maggiore forza. La squadra mi è piaciuta tantissimo, sapevo potevamo fare fatica tatticamente nel primo tempo ma abbiamo sofferto una sola ripartenza. Nel secondo tempo la squadra è cresciuta tanto, mi è piaciuta in maniera eccelsa nel secondo tempo”

LE PAGELLE DELLA ROMA

Olsen 7: Un solo grande intervento, decisivo. Salva la Roma nel primo tempo sull’occasione di Siligardi.

Florenzi 6: Non spinge molto, ma offre una gara equilibrata e positiva.

Manolas 6,5: Il pericolo numero 1 si chiamava Gervinho, ma la velocità del greco tiene testa. Costretto ad uscire per un problema muscolare. Jesus 6: Controlla bene il finale di gara

Fazio 6: Ogni tanto si lascia andare a qualche amnesia, ma in crescendo rispetto al passato.

Koarov 6: La pausa gli farà un gran bene. Le ha giocate quasi tutte e la condizione non è delle migliori.

Nzonzi 6: Troppo sterile nel primo tempo, meglio nella ripresa. Cresce a vista d’occhio l’intesa con Cristante.

Cristante 7: Ormai è lui la prima fonte di gioco davanti alla difesa. Sempre perfetto poi negli inserimenti. Un altro gol importante. Il suo cammino è stato lento, ma valeva la pena aspettarlo.

Under 7: Male nel primo tempo. Si riscatta nella ripresa, dove guida qualche ripartenza interessante e soprattutto trova lo 0-2.

Zaniolo 6: Primo tempo di sacrificio il suo. Un ragazzo della sua età non ha la tenuta per giocare così tante gare ravvicinate. Esce leggermente stacco ad inizio ripresa. Lo. Pellegrini 6,5: Qualitativamente è l’uomo in più di questa squadra. Ritorna in campo e smista grandi palloni, fornendo l’assist per il turco. Recupero fondamentale il suo.

Kluivert 6: Alterna buoni strappi, a cose meno positive. La bellezza dei 18 anni.

Dzeko 6: È sempre lui. Il faro offensivo della squadra e il punto di riferimento. La ruggine dovuta alle settimane in infermeria, però, si fa sentire. Crescerà con l’anno nuovo. Schick SV

Di Francesco 6,5: Oltre alla vittoria, contava la prestazione, che seppur a metà è stata più che positiva.

Federico Leoni

fonte foto: forzaroma.info

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.