Home News La Roma resiste 90 minuti, poi crolla nel finale: con il Napoli...

La Roma resiste 90 minuti, poi crolla nel finale: con il Napoli è 1-1. Analisi e pagelle

0

Dopo il vantaggio di El Shaarawy, i giallorossi si arrendono soltanto al 90esimo dopo un forcing partenopeo

Ci ha creduto la Roma. Per il terzo anno di fila i giallorossi, se non fosse stato per Dries Mertens, avrebbero espugnato ancora una volta il San Paolo. Alla fine le due squadre si dividono la posta in palio.

Contro i partenopei, DI Francesco opta a sorpresa per Juan Jesus al fianco di Manolas, con Santon preferito ad un Florenzi non in perfette condizioni. Tra le linee Pellegrini, Under ed El Shaarawy, con davanti Dzeko. Per gli azzurri, invece, finiscono in panchina Mertens e Zielinski, al loro posto Milik e Ruiz. La gara parte subito in modo frizzante. La Roma sembra giocare con personalità, ma la prima chance è del Napoli, con Ruiz che semina il panico dentro l’area e serve Insigne a rimorchio, provvidenziale nella deviazione Manolas. Sul capovolgimento di fronte i giallorossi la sbloccano, con EL Shaarawy, che riceve dopo un leggero tocco di Dzeko e da pochi passi batte Ospina. Il vantaggio affievolisce i capitolini, il cui match cambia di prospettive e forma. La squadra di Di Francesco, infatti, si rintana nella propria metà campo, dedicandosi alla fase difensiva, persino con Dzeko. L’unica chanche  capita proprio al bosniaco, il cui tiro a porta vuota viene salvato da Albiol. La squadra di Ancelotti crea gioco, trovando di fronte a sè un grande Olsen. Prima del duplice fischio i giallorossi perdono De Rossi, e ciò influirà molto sulla ripresa. Il secondo tempo, infatti, è un assedio partenopeo. Il Napoli ci prova in ogni modo, sembra il gatto che gioca col topo. Callejon che colpisce il palo da posizione defilata, ma ogni tentativo sembra vano. I padroni di casa si vedono annullare anche due gol, per giusta posizione irregolare. E quando sembrava che la Roma riuscisse a strappare l’impresa, ecco il pareggio del Napoli, con il pallone che dopo un tiro ciccato da Callejon finisce sui piedi di Mertens, che da pochi passi fa 1-1.

Difficile stabilire chi ha perso due punti. Il Napoli, infatti, ha giocato un match superiore ai giallorossi, intenso e palla a terra. La Roma, invece, pur non brillando in avanti, si era difesa con ordine, riuscendo quasi a compiere l’impresa. Da rivedere la squadra di Di Francesco, ma al San Paolo era importante non perdere. I capitolini si dimostrano però altalenanti, una squadra capace di perdere in casa con la Spal e poi pareggiare, rischiando di vincere, a Napoli.

LE DICHIARAZIONI DI ANCELOTTI

“Credo che la partita sia stata ben giocata. Nonostante il gol subito abbiamo avuto pressione costante per 90′. Abbiamo fatto giocare la Roma come non voleva, creando tanto. Siamo stati costretti un po’ a giocare sulle vie laterali ma le occasioni sono fioccate”

LE DICHIARAZIONI DI DI FRANCESCO

“Dispiace aver preso gol al 90′, anche se devo dire che il Napoli lo ha meritato per quello che è stata la partita. Purtroppo avevo tanti giocatori in condizioni approssimative, finchè non è uscito De Rossi eravamo molto più bravi a gestire le loro pressioni, talvolta anche rischiando però era voluto perchè sapevamo che saltando la loro prima aggressione potevamo essere pericolosi facendoli correre. Invece nel secondo tempo abbiamo corso noi, anche con i cambi siamo non siamo riuscire a invrtire la rotta. Alla lunga il Napoli ha meritato il gol finale”

LE PAGELLE DEL NAPOLI

Ospina 6: Può poco sul gol di El Shaarawy, per il resto non deve compiere grandi interventi.

Hysaj 5: Si perde il Faraone in occasione del vantaggio,e offre poca spinta offensiva. Malcuit 6: Meno timido del compagno, porta frizzantezza.

Albiol6: Gara senza troppi rischi, condotta in modo ordinato dallo spagnolo,

Koulibaly 5,5: Sbaglia il posizionamento sul vantaggio giallorosso. Per il resto della gara, poi, sbaglia nulla.

Rui 5,5: Soffre la velocità di Under.. Quando si propone raramente azzecca un cross.

Callejon 6,5: Una costante spina nel fianco per la difesa della Roma. A volte poco lucido, ma comunque inesauribile.

Hamsik 6: Nel primo tempo prova con insistenza a cercare la porta, senza mai trovare il gol. Nella ripresa si limita a gestire il traffico.

Allan 6: Passo indietro rispetto alle ultime uscite, ma sempre un motore inesauribile.

Fabian Ruiz 6,5: Schierato ancora una volta titolare da Ancelotti, non disdegna, dimostrando buon passo e grande forza fisica, oltre che una grande tecnica. Zielinski SV

Insigne 6: Non la sua gara milgiore, però impreziosita dalla giocata per il pareggio.

Milik 6: Si muove bene ed ha occasioni da gol, ma spesso è poco preciso. Mertens 7: Ancora decisivo, ancora in rimonta.

Ancelotti 6: Il suo Napoli gioca bene, manca un po’di concretezza sotto porta.

LE PAGELLE DELLA ROMA

Olsen 6,5: Una crescita costante la sua. Decisivo nel primo tempo, se la cava bene anche nella ripresa, aiutato da un po’ di fortuna.

Santon 6,5: Schierato ancora a sorpresa, convince nuovamente. Attento in fase difensiva. Si fa apprezzare in attacco per una sontuosa sgroppata culminata con l’assist per Dzeko, poi fallito dal bosniaco.

Manolas 6,5: Il solito muro finchè le gambe reggono. Esce per infortunio. Fazio 6: Entra e prova sopperire al forcing del Napoli.

Jesus 6: Ottima partita la sua. Attento e preciso nelle chiusure. Una sola macchia: si perde Callejon in occasione del pareggio.

Kolarov 6: Si limita al compitino, senza affacciarsi mai in avanti.

Nzonzi 5,5: Leggermente impreciso in fase di impostazione, spesso fa fatica a livello atletico a tenere gli attaccanti napoletani.

De Rossi 6: Presenza numero 450 in A. Dopo un buon inizio è costretto a lasciare il campo per il solito fastidio al ginocchio. Cristante 6: Sacrificio e qualche buon pallone smistato qua e là.

Under 6: Entra nel gol del vantaggio con una bella giocata sulla destra. Poi si vede poco, dato che la squadra bada a non prenderle. Florenzi 5,5: Concede troppo spazio a Insigne nell’occasione del pareggio.

Pellegrini 6:  Prova qualche giocata, ma la sua è per lo più una gara di sacrificio tra le linee.

El Shaarawy 7: Conferma il grande momento, centrando il gol del vantaggio. Per il resto la solita, encomiabile, voglia di aiutare la squadra.

Dzeko 6: Sacrifica la vena offensiva, per sobbarcarsi i compagni sulle spalle, soprattutto quando c’è da stringere i denti.

Di Francesco 6,5: Una Roma guardinga, attenta, che comunque agguanta un buon risultato. Questo, però, non potrà bastare.

Federico Leoni

Fonte foto: calciomercato.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.