Home News La Roma alza le mani: il Napoli passeggia 1-4. Analisi e pagelle

La Roma alza le mani: il Napoli passeggia 1-4. Analisi e pagelle

1

Con la sconfitta dell’Olimpico, per l’AS Roma si complica maledettamente il cammino in ottica quarto posto

La Roma non c’è più. All’Olimpico, contro il Napoli, i giallorossi crollano 1-4 e rischiano di mettere la parola fine al discorso Champions League. A nulla servono i ritorni di Manolas e De Rossi. Davanti di nuovo la coppia Dzeko-Schick. Gli azzurri invece senza Insigne, rispondono con il tridente Verdi, Mertens, Milik.

E l’avvio premia subito in partenopei. La difesa romanista rimane nel tunnel, e Milik, su imbucata di Verdi, dopo un gran controllo fulmina Olsen con un sinistro potente sul primo palo. Neanche il gol scuote i capitolini, anzi intimoriti  e già al tappeto. Il Napoli invece crea, e colleziona occasioni con Verdi e Milik, a cui viene annullato un gol per posizione irregolare. I giallorossi rialzano la testa soltanto nel finale, quando con un moto d’orgoglio si catapultano in avanti e riescono a conquistare un calcio di rigore, per atterramento di Meret su Schick. Dagli 11 metri non sbaglia Perotti, che fa 1-1. Si arriva così alla ripresa, ma il guizzo della Roma di fine primo tempo era soltanto un’illusione, perchè il Napoli alla prima occasione fa 1-2. A segno Mertens, che da pochi passi insacca dopo un errore di Olsen su un cross basso di Callejon. E 10 minuti più tardi la squadra di Ancelotti trova anche l’1 a 3 grazie ad una ripartenza perfetta di Fabian Ruiz che vede Verdi al centro e trova il gol. Il match vive quindi una situazione di stasi, con gli ospiti che lasciano giocare ma con la Roma che confeziona un’occasione soltanto al minuto 74, quando Nzonzi di testa spara sulla traversa da 2 metri dopo una respinta di Meret sulla conclusione di Cristante. Il Napoli riesce a mettere definitivamente la parola fine all’81’, con il neo entrato Younes che respinge a rete una respinta dentro l’area di Olsen. 4-1 per gli azzurri, che battono la Roma in un’Olimpico fischiante.

Una prova spenta quella dei giallorossi, e che dimostra ancor di più la mancanza di un’identità, di un’anima. Questa squadra non c’è, lo palesano i continui e ripetuti errori individuali e il non saper reagire nei momenti difficili. A questo si aggiungono poi le precarie condizioni fisiche. Si fa durissima ora per il quarto posto, lontano 4 punti ma che sembrano una chimera per la Roma attuale. Ottima prova invece per il Napoli. Gli azzurri, pur non facendo probabilmente la miglior gara dell’anno, hanno saputo sfruttare tutte le occasioni, tappando subito ogni rara reazione giallorossa e vincendo più che meritatamente. Il secondo posto sembra consolidato.

LE DICHIARAZIONI DI RANIERI: “Onestamente stiamo cercando di fare di tutto. Prendiamo gol al primo affondo, pareggiamo non so come, è dura. E’ difficile aiutarli e lavorare, ma non ci arrendiamo, questo è poco ma sicuro. Gli altri corrono di più”.

LE DICHIARAZIONI DI ANCELOTTI: “Mi aspettavo una prestazione così da parte della mia squadra. Abbiamo fatto molto bene, un po’ troppo leziosi nella prima parte, nel secondo tempo siamo stati bravi.

LE PAGELLE DELLA ROMA

OLSEN 4,5 Un disastro. Altri quattro gol sul groppone, grossolano l’errore sul gol di Mertens.

SANTON 5 In confusione. Chi passa dalla sua parte fa quel che vuole.

MANOLAS 5,5 Prova a tappare qualche buco coprendo in velocità, ma in una condizione fisica precaria.

FAZIO 4,5 Si perde Milik dopo 2 minuti di gioco spalancando le porte al Napoli. In agonia, come del resto da un anno a questa parte

KOLAROV 5 Si vede poco, sbaglia spesso la giocata.

NZONZI 5 Oltre ai movimenti alquanto compassati, si rende protagonista in negativo per un clamoroso gol fallito che avrebbe potuto riaprire il match. Lo specchio della sua annata.

DE ROSSI 6 Lui, quantomeno, ci prova, suonando la carica e richiamando i compagni a destra e a manca. Esce stremato e per il dolore. KLUIVERT SV

CRISTANTE 5 L’emblema dell’inconcludenza.

PEROTTI 5,5 La minima reazione passa dai suoi piedi, dai suoi dribbling, che però di rado riescono. Sempre efficace dal dischetto.

SCHICK 4,5 Tocca 3 palloni. Si nasconde, si perde, gioca assalito dalla paura e sbaglia puntualmente la giocata. ZANIOLO SV

DZEKO 5 Perde nettamente il duello con Koulibaly, che lo sovrasta in tutto. Occasioni create zero. Non segna in casa da un anno. Un giocatori così, a questa Roma, serve a poco se non ritrova sè stesso.

RANIERI 5,5: La domanda è solo una: “Ma chi te l’ha fatta fare?”

LE PAGELLE DEL NAPOLI

MERET 6,5: Sempre attento e sicuro, soprattutto sui palloni alti.

HYSAJ 6 Contiene bene Perotti e non rischia mai. MALCUIT 6 Impegnato poco

MAKSIMOVIC 6,5 Sempre attento e preciso in marcatura. Zero sbavature

KOULIBALY 7 Lì dietro comanda lui. Non ce n’è per nessuno. Sovrasta tutto e tutti. Insuperabile.

RUI 5,5 Si fa sorprendere da Nzonzi nell’occasione che ha portato al rigore della Roma

CALLEJON 6,5 Sempre attivo sulla destra. Non ha compiti difensivi vista la poca pericolosità della Roma, quindi si sbilancia molto e fa male alla difesa giallorossa.

RUIZ 7 Devastante con i suoi strappi e col pallone tra i piedi. Un’arma in più di questo Napoli.

ALLAN 6 Pur senza strafare controlla bene il centrocampo.

VERDI 7 La sua gara. Un gol, un assist e tante belle giocate. A destra, al centro o a sinistra per lui sembra non fare differenza. La sua stagione comincia di fatto ora. YOUNES 6,5 Ancora in gol l’ex Ajax, altra arma importante per questo finale di stagione

MILIK 7 Mette subito in discesa il match e si fa sempre trovare pronto al centro dell’attacco.

MERTENS 7 Torna sui suoi standard. Sempre nel vivo del gioco e bravo nel dialogare con i compagni. Fondamentale il gol dell’1 a 2. OUNAS SV

ANCELOTTI 6,5 Il secondo posto è blindato e il turnover, anche per via degli infortuni, paga. In attesa dell’Europa League tra 10 giorni una buona dose di autostima

Federico Leoni

fonte foto: ilmessaggero.it

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.