Home News La Lazio torna alla vittoria col Parma. Analisi e pagelle

La Lazio torna alla vittoria col Parma. Analisi e pagelle

1

Immobile e Marusic regalano un nuovo sorriso ad Inzaghi dopo le deludenti prestazioni contro Spal e Cluj. I biancocelesti vincono per 2 a 0 contro i ducali

Si temeva il contraccolpo psicologico dopo le sconfitte fac-simile contro la Spal e nella trasferta in Romania, ma la Lazio ha risposto vincendo la sfida con il Parma senza soffrire mai. Al di là di Immobile, tornato al goal su azione all’Olimpico dopo 10 mesi, è salito in cattedra Luis Alberto, che avrebbe meritato anche una segnatura personale. Per la prima volta in stagione i biancocelesti non si “sgretolano” nella ripresa, dopo aver gestito magistralmente il primo tempo. Gli emiliani si sono dimostrati organizzati in difesa, ma poco propositivi in attacco. Una volta andati in svantaggio, non hanno mai dato la sensazione di poter pareggiare.

Le scelte iniziali – Inzaghi si riaffida al blocco dei titolari, dopo il turnover esagerato in Europa League che non ha dato i frutti sperati. Tornano dal primo minuto Correa, Immobile e Luis Alberto. Chance per Marusic, prima panchina per Lazzari. D’Aversa opera un solo cambio rispetto alla formazione sconfitta dal Cagliari nel turno precedente. Pezzella esordisce con la nuova maglia. In attacco confermato il tridente Kulusevski, Inglese, Gervinho.

Formazioni ufficiali:

LAZIO (4-3-1-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.
A disposizione: Proto, Guerrieri, Bastos, Vavro, Patric, Lukaku, Jony, Parolo, Lazzari, V. Berisha, Anderson, Caicedo. 
Allenatore: Simone Inzaghi

PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Pezzella; Hernani, Brugman, Barillà; Kulusevski, Inglese, Gervinho.
A disposizione: Alastra, Colombi, Dermaku, Karamoh, Cornelius, Laurini, Scozzarella, Gagliolo, Sprocati.
Allenatore: D’Aversa.

Il film della partita – La Curva Nord ricorda Gabriele Sandri, che oggi avrebbe compiuto 38 anni, con striscioni e cori. Il tifoso biancoceleste fu assassinato l’11 novembre 2007 da un agente di Polizia.

La gara sembra mettersi subito in discesa per la Lazio. Il Parma commette l’errore di concedere spazi ai centrocampisti biancocelesti. Dopo appena 8′ Luis Alberto serve in maniera perfetta Ciro Immobile che infila Sepe con un bellissimo sinistro incrociato. Due minuti più tardi ci prova Milinkovic dalla distanza, il suo bolide finisce di un soffio alla sinistra del palo. Il resto del primo tempo scorre senza particolari emozioni. Per la prima volta in questa stagione i capitolini sembrano giocare meglio nella seconda frazione di gioco. Luis Alberto tenta la magia direttamente da calcio d’angolo, ma il palo gli nega la gioia del goal. Ci pensa Marusic al 67′ a concretizzare le innumerevoli sortite offensive laziali. Il laterale serbo fissa il punteggio sul 2 a 0.

Le pagelle della Lazio:

Strakosha: 6,5 parata di grande livello su Inglese, deve migliorare sulle uscite.

Luiz Felipe: 6,5 ha un cliente scomodo e velocissimo come Gervinho ed il brasiliano riesce ad arginarlo con la classe di un veterano. E’ lui il titolare fisso accanto ad Acerbi e Radu.

Acerbi: 7 un leader di una continuità disarmante, imposta, anticipa, annulla gli attaccanti avversari. Di testa è insuperabile.

Radu: 5,5 Inzaghi continua a riproporlo da titolare, con l’esperienza rimedia ad una condizione fisica non esaltante.

Marusic: 7 il laterale serbo non fa rimpiangere Lazzari, anzi si dimostra più concreto dell’ex Spal in zona goal. Potrebbe addirittura siglare una doppietta.

Milinkovic: 6 meno appariscente del solito, sfiora il goal da antologia al 10′. Libera Marusic per il 2 a 0 finale.

Leiva: 6 la classe è quella di sempre, la resistenza fisica un po’ meno. Alla sua sostituzione contribuisce sia il cartellino giallo che la sfida ravvicinata con l’Inter di mercoledì prossimo. Dal 74′ Parolo:6 appena entrato in campo prova subito il goal della domenica, la palla esce di poco sopra la traversa.

Luis Alberto: 7 il centrocampista spagnolo ha preso in mano la squadra e ha dimostrato che più di tutti il salto di qualità di questa Lazio passa dai suoi piedi. Meriterebbe il goal su corner, dato che ci prova da un paio d’anni senza successo.

Lulic: 5,5 ancora una volta risulta chiaro come il capitano biancoceleste abbia bisogno di rifiatare in panchina per più di una partita di seguito. Contro l’Inter rischia di cedere il passo a Jony.

Correa: 6 veloce, sempre nel vivo della manovra,ma poco incisivo sotto porta. Per essere decisivo deve segnare di più.

Immobile: 7 Torna al goal su azione all’Olimpico dopo un lungo digiuno. Viene sostituito da Inzaghi al 63′ e l’attaccante campano non la prende affatto bene. Dal 63′ Caicedo: 6,5 è preziosa la sponda per Milinkovic che porta al raddoppio di Marusic. La seconda punta ideale, nonostante la stazza.

Inzaghi: 6,5 si discuterà molto in questi giorni della sostituzione di Immobile. Vincente la scelta di puntare su Marusic sulla fascia destra.

Le dichiarazioni di Inzaghi nel post partita: “Abbiamo gestito bene la gara. Ora recuperiamo energie per l’Inter. Con Immobile nessun problema, l’ho tolto perché aveva un problemino”.

Foto: Skysport

Marco Fabio Ceccatelli

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.