Home News Juventus, nessun contagio dopo Dybala: tutti negativi al test

Juventus, nessun contagio dopo Dybala: tutti negativi al test

1

La società bianconera aveva sottoposto tutti i suoi tesserati al tampone per verificare se, dopo Rugani, Matuidi e la Joya, ci fossero altri casi positivi. Molti hanno lasciato Torino, resta incerta la possibile data del ritorno in campo

TORINO – Prime notizie positive in casa Juventus sul coronavirus. Nessun altro giocatore bianconero, dopo Rugani, Matuidi e Dybala, è infatti risultato positivo al test. La società piemontese aveva infatti sottoposto i propri tesserati al tampone per verificare se ci fosse stato qualche altro contagiato, visto il diffondersi del Covid-19.

C’è poi da valutare come si comporterà il club con quei giocatori che, una volta saputo l’esito negativo del test, avevano deciso di lasciare Torino per tornare nei propri paesi. La “fuga” in Argentina ha per esempio suscitato parecchie polemiche: scelta poco gradita a molti tifosi, anche se il fratello del ‘Pipita’, Nicolas, ha respinto le accuse al mittente, ricordando come la loro madre sia malata da tempo. Dopo Higuain, anche Pjanic, Khedira, Bentancur e Douglas Costa hanno lasciato il Piemonte. Difficilmente la Juventus prenderà provvedimenti (anche se è facile immaginare come il comportamento non sia stato affatto gradito), soprattutto perché non si sa ancora quando riprenderanno gli allenamenti e, tantomeno, la Serie A.

Tornando al coronavirus, la fidanzata di Dybala, Oriana Sabatini, anche lei positiva al test, ha raccontato su Instagram i sintomi del virus e come stanno passando il periodo forzato di isolamento: “Tosse, mal di testa e difficoltà a respirare. Ora stiamo entrambi meglio, dobbiamo soltanto aspettare che finisca la quarantena”. Ovviamente infine l’invito a restare a casa per evitare rischi per tutti.

Fonti foto: calciomercato.com, mediagol.it, ilbianconero.com

Francesco Carci

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.