Home News Juve pronta allo sprint finale, in sei mesi si decide tutto

Juve pronta allo sprint finale, in sei mesi si decide tutto

0

I bianconeri tra campo e mercato. Ramsey come uomo in più per tentare l’assalto alla Champions

Una Juve padrona.

È questa l’immagine restituita dal girone d’andata del campionato. Nessuno spazio a fraintendimenti, i bianconeri dominano la classifica con 9 punti di vantaggio sul Napoli secondo, liquidato a Torino con un perentorio 3-1 il 29 settembre scorso.

Ronaldo capocannoniere della Serie A, con un impatto mentale ancor prima che fisico spaventoso sulle rivali, e la sensazione che, almeno in Italia, si possa già pensare alla prossima stagione.

In Champions invece, due passi falsi “indolore” contro United e Young Boys che danno però l’idea di come l’Europa che conta sia altra cosa rispetto alla Penisola pallonara.

La Juve tornerà a lavorare domani in vista della sfida di Coppa Italia contro il malconcio Bologna di Pippo Inzaghi. Bonucci, CR7 e Matuidi hanno sfruttato una massiccia presenza sui social per mostrare al mondo come in realtà, per loro, allenarsi sia una necessità persino durante le feste.

La Befana, anche se con qualche giorno di ritardo, potrebbe regalare ad Allegri nientemeno che Aaron Ramsey, talentuoso centrocampista dell’Arsenal in rapporti non idilliaci con Unai Emery, lo stregone spagnolo al timone dei Gunners.

Ramsey è in scadenza a giugno, piuttosto che perderlo a zero i londinesi potrebbero accogliere la proposta bianconera e soddisfare la volontà del giocatore di vestire la maglia a strisce.

Andrebbe a completare un sontuoso reparto che per ora vede Pjanic e Bentancur come titolari inamovibili. Il gallese ha corsa e grande tocco, sogna di innescare Ronaldo e Dybala. Il colpo sembra quindi davvero vicino.

È notizia di oggi: la Juve in Europa ha speso più di tutti, nell’ultimo triennio, sul mercato. 608 milioni che hanno portato sotto la Mole CR7, il Pipita e altri giocatori di caratura internazionale. Ramsey potrebbe essere l’ultimo nome in coda a un elenco non certo pronto a finire.

Bisognerà capire come l’astuto livornese che siede sulla panchina bianconera intenda impiegarlo. Potrebbe essere l’arma in più per la Champions? Forse sì, ma contro l’Atletico a febbraio servirà una Juventus che sia grandissima come collettivo. Gli uomini di Simeone rappresentano uno spauracchio effettivo, alimentato dalle voci di un possibile rientro di Diego Costa a far coppia con “Le Petit Diable”, all’anagrafe Antoine Griezmann.

Il 2019 è appena iniziato, ma già tantissimi sono gli appuntamenti clou sull’agenda bianconera, senza dimenticare la discussa Supercoppa italiana che si giocherà a Gedda il 16 gennaio. In Arabia ci sarà il rigenerato Milan di Gattuso da superare. Non proprio una passeggiata.

Antonio Soriero

(Fonte dell’immagine: goal.com)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.