Home News Italia-Inghilterra a quasi due anni dall’Europeo: come sono cambiate le squadre

Italia-Inghilterra a quasi due anni dall’Europeo: come sono cambiate le squadre

   Tempo di lettura 3 minuti

Un approfondimento sulle due finaliste di Euro 2020 e dei cambiamenti che i due CT hanno apportato alle loro rose

Giovedì iniziano le qualificazioni al prossimo Europeo e andrà in scena il rematch dell’ultima finale di questa competizione: Italia-Inghilterra. In quell’occasione, come sappiamo tutti molto bene, gli azzurri trionfarono ai calci di rigore diventando campioni d’Europa per la prima volta dal 1968.

In questo anno e mezzo i due CT, anche se maggiormente Mancini, hanno apportato dei cambiamenti alle rose tra infortuni, giovani scoperte e calciatori in forma in questo periodo.

Roberto Mancini, CT dell’Italia

La nostra nazionale ha iniziato un cambio generazionale da dopo la finale di Wembley, soprattutto in attacco.

In porta le novità sono Falcone, che sta disputando un ottimo campionato con il Lecce, e Carnesecchi, che sostituisce l’infortunato Provedel. Nel reparto difensivo rispetto all’Europeo ci sono Darmian, Romagnoli, Scalvini e Buongiorno mentre a centrocampo i nuovi sono Frattesi, Tonali e Pellegrini, che aveva saltato l’Europeo per infortunio.

In attacco la rivoluzione è più massiccia, sia a causa di problemi fisici che per scarso minutaggio. L’unico campione d’Europa convocato è Berardi, il quale fa reparto assieme a: Gnonto, Grifo, Pafundi, Scamacca, Politano e Retegui (clicca qui per sapere chi è Mateo Retegui).

Oltre però agli uomini, in questo lasso di tempo Mancini ha scelto di cambiare anche il sistema di gioco, passando dalla difesa a 4 alla difesa a 3.

Nella partita di giovedì, dei ‘nuovi’, dovrebbero essere titolari Darmian, Grifo e uno tra Scamacca e Retegui.

Gareth Southgate, CT dell’Inghilterra

Nell’Inghilterra ci sono poche novità e dettate da infortuni, avendo già ad Euro2020 una rosa forte e giovane. Al momento però solo 1 giocatore su 3 infortunati è stato sostituito.

In porta rimane la certezza Pickford, seguito da Ramsdale e Forster, il quale sostituisce Pope. In difesa out a sorpresa Alexander-Arndold. Convocato Guehi del Crystal Palace.

A centrocampo la novità è la titolarità di Bellingham ai danni di Kalvin Phillips, oltre alla convocazione di Gallagher del Chelsea. In attacco dà forfait Mount per infortunio mentre Southgate lascia a casa Sancho.

Verso la sfida di giovedì agli azzurri il CT inglese dovrebbe affidarsi a tutti vice-campioni europei, con la possibilità di vedere i ‘nuovi’ nella ripresa.

Italia-Inghilterra in Nations League

Questa sfida tra Italia e Inghilterra sarà la quarta in un anno e mezzo, con il bilancio che sorride agli azzurri viste le 2 vittorie, tra cui la finale dell’Europeo vinta ai rigori, e un pareggio nella gara d’andata del girone di Nations League.

Fonti foto: repubblica.it, calciomercato.com

Davide Farina

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.