Home News Inter, vittoria nel derby e seconda stella

Inter, vittoria nel derby e seconda stella

   Tempo di lettura 3 minuti

Ripercorriamo la stagione pazzesca dei nerazzurri conclusa con il ventesimo Scudetto

Nella serata di ieri, grazie alle reti di Acerbi e Thuram, l’Inter batte 1-2 il Milan e si laurea campione d’Italia per la ventesima volta nella sua storia. In questo articolo andremo a ripercorrere la stagione dei ragazzi di Inzaghi con dei piccoli accenni alla storia nerazzurra.

La stagione dell’Inter, nonostante la finale di Champions e i due trofei vinti (Supercoppa e Coppa Italia) nell’annata precedente, inizia con qualche dubbio di troppo su Simone Inzaghi e sulla qualità effettiva della rosa. D’altronde Marotta e in generale la dirigenza hanno cambiato e non poco la rosa nerazzurra. Fuori giocatori del calibro di Onana, Skriniar, Brozovic, Dzeko e Lukaku e dentro Sommer, Pavard, Frattesi, Arnautovic, Sanchez e Thuram che, ad oggi, possiamo dire che non hanno minimamente sfigurato. Questi dubbi iniziano a cessare sin da subito, visto che l’Inter vince le prime 5 giornate di campionato tra cui il derby con il Milan per 5-1. Alla sesta giornata i nerazzurri perdono 1-2 con il Sassuolo, ottenendo la prima e unica sconfitta in questa Serie A (27 settembre 2023). Da qui il percorso di Lautaro e compagni vede 22 vittorie e soli 5 pareggi contro Bologna, Juventus, Genoa, Napoli e Cagliari. Sfortunatamente questa Inter non potrà battere il record di punti in Serie A detenuto dalla Juventus di Antonio Conte che, nella stagione 2013-14, ottenne 102 punti, frutti di 33 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. I nerazzurri si trovano a 86 punti e, anche con 5 vittorie nelle ultime 5, arriverebbero a 101 punti.

Come detto, quello di quest’anno è il ventesimo Scudetto nella storia nerazzurra. Il secondo, nella stagione 1919-20, fu vinto quando il nostro campionato non era ancora a girone unico. L’Inter ottiene la prima stella dopo la vittoria nell’annata 1965-66, il secondo Scudetto consecutivo e il terzo in 4 stagioni, quando all’interno della rosa c’erano giocatori del calibro di Facchetti, Jair, Luis Suarez e Mazzola.

C’è sicuramente un asterisco sul campionato 2005-06. L’Inter chiude la stagione al terzo posto ma vince lo Scudetto grazie alla retrocessione in Serie B della Juventus e alla penalizzazione di 30 punti impartita al Milan per la questione Calciopoli.

Complimenti per la grande stagione all’Inter, che torna a vincere la Serie A dopo il successo della stagione 2020-21 con Antonio Conte in panchina.

Fonte foto: Getty Images

Davide Farina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.