Home News Inter sale la febbre Champions League, ma prima c’è il Parma

Inter sale la febbre Champions League, ma prima c’è il Parma

0
CONDIVIDI
Fonte www.inter-news.it

Martedì prossimo il ritorno nella massima competizione europea ma i nerazzurri devono dare continuità in campionato alla vittoria di Bologna, sabato arriva a San Siro la squadra di D’Aversa

Le distrazioni sono dietro l’angolo, toccherà a Spalletti far si che i suoi non cadano in quel tranello. Non si può non pensare che martedì al Meazza, dopo sei anni, l’Inter tornerà a calcare i campi della Champions League. Erano gli ottavi di finale dell’edizione 2011/2012 e a Milano il Marsiglia con un gol di Brandao negli ultimi minuti estromise la Beneamata dalla competizione. Effimera fu la vittoria finale, il computo totale condannò i nerazzurri. Da quel momento l’Europa dei “grandi” saluta l’Inter per sei lunghi anni e la capocciata di Vecino all’Olimpico ha finalmente ricongiunto i due “innamorati”, rendez-vous martedì 18 settembre alle 19 contro il Tottenham.

Il palcoscenico europeo, però, non deve far abbassare la guardia in campionato. La vittoria contro il Bologna prima della sosta ha si affievolito le prime critiche ma non è bastato a rasserenare gli animi. Sabato contro il Parma, quindi, c’è bisogno di una prova più che positiva per riprendere il cammino in serie A. Non ci sarà probabilmente Vrsaljko, uscito malconcio per un problema al ginocchio con la sua nazionale ieri contro la Spagna. Icardi, tornato in campo con la sua Argentina, invece sembra in grado di riprendersi il centro dell’attacco. L’ultima parola sull’argomento sarà di Spalletti che potrebbe anche risparmiare Maurito per averlo tirato a lucido per il match di coppa. In quest’ultimo caso conferma per Keita supportato da Politano, Nainggolan e Perisic. Sembra destinato al forfait Lautaro Martinez che non ha smaltito i problemi al polpaccio.

L’Inter torna ad affrontare il Parma in casa dopo più di tre anni. L’ultimo precedente allo stadio Meazza è datato aprile 2015 quando finì 1-1, era l’Inter di Mancini e segnarono Guarin e Lila. Sono in tutto 48, tra Milano e Parma, i match tra nerazzurri e ducali e il bilancio parla milanese: 19 vittorie interiste,  15 i pareggi e 14 vittorie gialloblu. Quest’ultime, però, tutte ottenute al Tardini. I tifosi interisti possono fare i debiti scongiuri.

Glauco Dusso

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.