Home News Inter, obiettivo secondo posto

Inter, obiettivo secondo posto

0

I nerazzurri vincendo a Bergamo domani sera contro l’Atalanta, chiuderebbero il proprio campionato alle spalle della Juventus

É vero il secondo posto, dipende dal punto di vista in cui lo si guarda, può essere considerato come il primo dei perdenti. Conte ipse dixit… In un Inter, però, a corto di grandi piazzamenti da tanti anni, con due quarti posti raggiunti al fotofinish, questa seconda piazza tanto bistrattata dialetticamente da mister Conte potrebbe essere un importante punto di partenza per il prosieguo e per la successiva annata nerazzurra. Il successo rimediato martedì sera contro il Napoli ha, infatti, proiettato l’Inter da sola alle spalle della Juventus ormai scudettata, a quota 79 punti e a +1 sulle dirette inseguitrici, Atalanta e Lazio. I nerazzurri sono, difatti, padroni del proprio destino, perché con un successo a Bergamo contro gli orobici, potranno mettere in cassaforte il secondo piazzamento.

SECONDA PIAZZA REDDITIZIA

Il possibile traguardo è una meta molto importante sia per le casse nerazzurre, che per mister Conte, il quale nonostante il mancato arrivo nel gradino più alto del podio, potrebbe comunque vantare uno score al primo anno in nerazzurro niente male. Dal punto di vista monetario, il secondo posto garantirebbe all’Inter un guadagno di circa 19,4 milioni stando alla ripartizione dei diritti televisivi della Serie A, più altri 7,7 per quanto riguarda i diritti tv provenienti dalla Champions. Per un totale di 27,1 milioni, soldi importanti soprattutto se paragonati a quelli raggiunti da un possibile piazzamento fuori dal podio (per la quarta piazza, vanno solo, si fa per dire, 16,8 milioni).

I NUMERI DI CONTE

Il secondo posto significherebbe per l’Inter il sigillo di una stagione positiva e mister Conte, a cui si chiedeva almeno di avvicinarsi alla Juventus, metterebbe a tacere anche i più critici. Il bilancio, infatti, fin adesso è a favore del tecnico leccese: 79 punti messi in cascina, con 79 gol fatti e 36 subiti. Numeri che dicono di un Inter, che a meno di clamorosi scenari, chiuderebbe come miglior difesa del torneo e miglior attacco alle spalle dell’atomica Atalanta. Una possibile vittoria al Gewiss Stadium, inoltre, permetterebbe a Conte di eguagliare i punti raccolti da Mou nell’anno del famoso triplete nerazzurro, ovvero 82. Tra il dire e il fare, tuttavia, c’è appunto di mezzo Gasp e la sua ormai consueta voglia di rivalsa contro l’Inter.

Fonte foto: www.inter.it

Sandro Caramazza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.