Home News Inter, mala Lu-La, a Praga finisce 1 a 3. Analisi e pagelle

Inter, mala Lu-La, a Praga finisce 1 a 3. Analisi e pagelle

0

Notte da sogno per il tandem nerazzurro, decisivo nella vittoria contro i cechi

A Praga termina 3 a 1 per l’Inter, che vince un match difficilissimo contro un avversario molto ostico. Fenomenali Lukaku e Lautaro, il primo con un gol (due annullati) e due assist, il secondo con una doppietta da campione. Nerazzurri che salgono a quota 7 punti al pari del Borussia Dortmund, sconfitto a Barcellona. Tutto rinviato all’ultima giornata.

Cechi in campo con il solito 4-2-3-1, presenti tutte e tre le star, ovvero Soucek in mezzo, Stanciu sulla trequarti e il nigeriano Olayinka in avanti.

Tra le fila nerazzurre, confermato l’undici del secondo tempo di Torino, Borja in mezzo a sostituire l’infortunato Barella, in avanti presente il tandem Lautaro-Lukaku.

RADDOPPIO STROZZATO E PARI CECO

Primo tempo divertente al Sinobo Stadium di Praga con Slavia e Inter bloccate sul parziale di 1 a 1. I cechi iniziano bene, mettendo sotto pressione i nerazzurri nella propria metacampo e proprio da un errore in uscita degli ospiti arriva la prima palla gol del match firmata Husbauer, che di testa colpisce al lato un invitante pallone di Sevcik. La squadra di Conte, però, cresce col passare dei minuti e al 9° sfiora la rete del vantaggio con Lautaro, che servito di prima da Borja Valero non trova di pochissimo lo specchio della porta. L’occasione del Toro è soltanto il preludio di ciò che avverrà alcuni minuti più tardi: minuto 20’, palla lunga per Lukaku, che si trascina di forza due giocatori cechi, palla al centro per Lautaro, che gira benissimo portando i suoi in vantaggio. La rete, tuttavia, non demoralizza i padroni di casa, che riprendono subito a giocare, aumentando i giri del motore. Ci provano in tre nel giro di pochissimi minuti: prima Frydrych e Masopust e, poi, Husbauer, la cui conclusione trova la buona presa bassa di Handanovic. Al minuto 34’ accade l’impensabile: Lautaro ruba palla in attacco, serve in mezzo Lukaku che davanti la porta fa 2 a 0; la gioia interista si strozza in poco meno di un minuto perché il signor Marciniak, viene richiamato al Var e dopo un’attenta visione, annulla la rete del belga assegnando il penalty allo Slavia per presunto fallo in precedenza di de Vrij su Olayinka. Dal dischetto va capitan Soucek che rimette tutto in equilibrio. Nel finale, poche emozioni e fischio dopo due minuti di recupero.

LU-LA DA FAVOLA

L’Uragano Lu-La si abbatte nella ripresa di Praga, portando i nerazzurri a quota 7 punti in graduatoria e giocandosi il passaggio agli ottavi nell’ultimo match contro il Barcellona. L’Inter esce dagli spogliatoi con un piglio completamente diverso rispetto a quello mostrato nella prima parte di gioco, intensità, corsa e tanta voglia di far male ad un avversario evidentemente più stanco. Al minuto 54’, la prima palla gol è firmata Brozovic, che va via sulla trequarti ma calcia alto sopra la traversa. I padroni di casa faticano a costruire gioco ma riescono comunque a farsi pericolosi grazie a qualche tiro dalla distanza come quello di Masopust al 62’esimo respinto in angolo da Handanovic. Gli uomini di Conte, però, non mollano il colpo e nel giro di tre minuti sfiorano la rete del vantaggio beccando per due volte il legno prima con Lukaku e poi con Brozovic. Il forcing nerazzurro cresce con lo scorrere delle lancette ma la palla non ne vuole sapere di entrare, come quando al minuto 77’ il Toro Martinez, lanciato ancora una volta da Lukaku, spreca tutto davanti la porta. Nel momento clou del match, però, salgono in cattedra i grandi giocatori: lancio del neoentrato Lazaro, velo di Lautaro, che inganna il centale Zeleny che scivola, e campo aperto per Lukaku, che salta Kolar in uscita, firmando il fondamentale vantaggio nerazzurro. La serata magica del tandem interista non si ferma qui: minuto 88’, cross di esterno sinistro di Lukaku per Lautaro che al volo chiude il match, portando l’Inter sul 3 a 1. Spettacolo puro! Nel finale, il belga si vede annullare la sua doppietta personale dopo aver realizzato un’altra magia su gran lancio di Skriniar. Il match termina 1-3 per l’Inter.

Grande Slavia per un tempo, in cui mette in grande difficoltà l’Inter, poi nella ripresa cala vistosamente subendo la grande qualità degli ospiti.

Vittoria fondamentale per i nerazzurri dopo una partita incredibile ed emozionante fino alla fine. Dopo un primo tempo così così, la squadra di Conte compie una super ripresa portandosi a casa tre punti meritati. Lautaro e Lukaku, formidabili!

PAGELLE

Handanovic: 6,5 Para quasi il rigore di Soucek, poi nella ripresa tiene l’Inter con Masopust lanciato a rete.

Godin: 7 Lo sceriffo è tornato! Ok nel primo tempo, invalicabile nella ripresa, copre, scala, guida i suoi da grande condottiero.

de Vrij: 6,5 Mezzo punto in meno per il rigore causato, comunque altra grande prestazione del centrale olandese.

Skriniar: 6,5 Fatica un po’ a uscire con la palla vista la grande pressione avversaria e la sua difficoltà a giocare con l’altro piede ma compensa il tutto con la sua solita determinazione.

Candreva: 6,5 Molto meglio nella ripresa, dove attacca e difende benissimo.

Brozovic: 7 Uno dei migliori del centrocampo interista, per poco non trova la rete della serata.

Borja Valero: 6,5 Guida il centrocampo nerazzurro per più di 70 minuti con ordine e classe. Sbaglia un sanguinoso pallone nella ripresa per stanchezza. Dal 76’ Gagliardini: 6 Bene Gagliardini, mette fisico e impegno.

Vecino: 6 Buona prestazione dell’uruguaiano, che si fa sentire anche in fase offensiva. Dal 79’ Esposito: 6 Utile il suo ingresso per aiutare la squadra sia in fase di possesso che di non possesso.

Biraghi: 5,5 Fatica non riuscendo ad essere mai incisivo in fase offensiva.

Lukaku: 8 Gara da urlo del gigante buono, la miglior da quando è in nerazzurro. Assist, gol (anche due annullati), intensità, forza, impegno. Indomabile!

Lautaro: 8 Un fenomeno che cresce partita dopo partita, ha i movimenti e i gol del fuoriclasse puro. Undicesimo gol tra campionato e Champions, che coppia con il belga!

Conte: 7 Vince una partita difficilissima in un campo ostico, confermando di essere più di un fattore nel mondo Inter. I cambi Lazaro-Esposito azzeccatissimi.

Dichiarazioni Conte post-match:

” Partita che sembrava stregata ma alla fine l’abbiamo portata a casa con merito. Lukaku e Lautaro fortissimi e molto giovani, quindi hanno ancora grande margine di miglioramento. Barcellona? Prima Spal e Roma.
Abbiamo dato un senso all’ultima partita, quella col Barça, che sarà tosta. Ma sappiamo che a San Siro saranno in 80mila a spingerci. Antonio Conte si gode il successo sullo Slavia: “Siamo stati bravi a non perdere la calma dopo l’episodio del Var e le due traverse. L’allenatore ha poi aggiunto : “Bravo anche Borja Valero che si è fatto trovare pronto”.

Fonte foto: Calciomercato.com

Sandro Caramazza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.