Home News Inter corsara a Frosinone, allo Stirpe finisce 1-3 – analisi e pagelle

Inter corsara a Frosinone, allo Stirpe finisce 1-3 – analisi e pagelle

1

I nerazzurri espugnano il campo dei ciociari con le reti di Nainggolan, Perisic e Vecino; inutile per i padroni di casa il gol di Cassata che in avvio di ripresa aveva riaperto il match

Va in scena al Benito Stirpe la penultima partita della trentaduesima giornata di serie A tra Frosinone e Inter, i padroni di casa alla disperata ricerca di punti per continuare a inseguire il sogno salvezza dopo due vittorie consecutive, gli ospiti per cercare l’allungo sulla Roma quinta in classifica.

Mister Baroni manda in campo i suoi con un 3-5-2 che vede in avanti Ciofani e Pinamonti, risponde Spalletti con il consueto 4-2-3-1 dove Perisic, Nainggolan e Politano agiscono alle spalle di Icardi.

Parte bene l’Inter che passa alla prima vera occasione: D’Ambrosio serve alla perfezione Nainggolan, lasciato colpevolmente solo dalla retroguardia ciociara, che stacca di testa e batte Sportiello al minuto 19; prova a reagire subito il Frosinone con Paganini che di testa spedisce di un soffio alto dopo 4 minuti, ma è di nuovo la squadra di Spalletti a sfondare, stavolta su penalty realizzato freddamente da Perisic dopo una vistosa trattenuta di Chibsah ai danni di Skriniar sugli sviluppi di un corner. Potrebbe chiuderla poi al 41′ Politano ma sul suo sinistro è bravo Sportiello ad intervenire.

La seconda frazione inizia in modo speculare rispetto alla prima, stavolta è il Frosinone a passare alla prima occasione dopo 16 minuti di studio, con Cassata che, servito da Ciofani al limite, è bravo a sorprendere Handanovic ed a insaccare per l’1-2; lo stesso calciatore ex-Sassuolo deve poi lasciare il campo per infortunio, rilevato da Ciano. Il neo entrato si rende subito protagonista al 70′ di un bel calcio piazzato che esce di un nulla al lato dell’estremo difensore nerazzurro. Entrano quindi Keita e Gagliardini per Perisic e Borja Valero, anche lui infortunato, nel mentre i padroni di casa premono alla disperata ricerca del pareggio e Spalletti si affida alle ripartenze in contropiede, tuttavia non si concretizzano occasioni degne di nota nè da una parte nè dall’altra finchè, con il Frosinone tutto proiettato in avanti, Icardi fallisce clamorosamente un colpo di testa servito da Keita all’88’ ed in chiusura di match Vecino realizza il 3-1 dopo un’ennesimo contropiede, stavolta ben concretizzatosi, sull’asse Joao Mario-Icardi.

Con questa vittoria l’Inter si assesta a 60 punti, +6 sulla Roma, la prima delle inseguitrici fuori dal blocco Champions, mentre il Frosinone rimane a quota 23, a 8 lunghezze dal Bologna quartultimo.

Le dichiarazioni di Spalletti:”Anche quando non c’è l’avvisaglia del pericolo ci si abbassa e si va in confusione. Da un punto di vista mentale è un calcio che ti devasta in alcuni momenti e si può andare incontro ad una serie di piccole cose che ti creano problemi”. Riguardo alla gestione superficiale del vantaggio: “Succede a tutti, a noi di più. Accade che abbassi l’intensità, diventi più timido e gli altri non hanno niente da perdere e questo rendeva la partita difficilissima. Loro volevano fare una partita importante e sono andati al massimo. Dovevamo avere la maturità per mantenere tutta la partita, non ci siamo riusciti”.

Le pagelle dell’Inter

Handanovic 5.5 commette un errore sul gol di Cassata che riapre la partita

D’Ambrosio 7 partita ordinata senza sbavature difensive e propositivo in attacco, suo l’assist per Nainggolan

De Vrij 6 ordinaria amministrazione, poche occasioni del Frosinone dalle sue parti

Skriniar 6.5 un intervento ottimo nel primo tempo e una garanzia al centro della difesa

Asamoah 5.5 qualche errore di troppo in fase di impostazione

Vecino 6 non pervenuto fino al gol del 3-1

Borja Valero 6.5 gara da manuale, interpretata alla perfezione in cabina di comando (dal 74′ Gagliardini s.v.)

Politano 6 paradossalmente il più pericoloso dei suoi ma si divora il 3-0 che avrebbe chiuso la partita in modo clamoroso (dal 90′ Joao Mario s.v.)

Nainggolan 6.5 segna il gol dell’1-0 e gioca una partita positiva, potrebbe essere l’arma in più per Spalletti in vista dello sprint finale

Perisic 5.5 l’inter è un po’ spuntata dalla sua parte dove il croato, rigore a parte, combina ben poco (dal 71′ Keita 6 qualche buono spunto, serve una palla a Icardi quasi impossibile da fallire ma l’argentino oggi non è in giornata)

Icardi 5.5 combina poco e nulla e fallisce il 3-1 prima di servire l’assist a Vecino

All. Spalletti 6 c’è un divario abnorme tra le due squadre in campo eppure nel secondo tempo i suoi ragazzi hanno rischiato di vanificare quanto di buono fatto nella prima frazione

(fonte foto: passioneinter.com)

Simone Pinto

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.