Home News Inter con l’attacco da inventare: Dzeko saluta, Lautaro unico punto fermo

Inter con l’attacco da inventare: Dzeko saluta, Lautaro unico punto fermo

Fonte sport.mediaset.it
   Tempo di lettura 4 minuti

Il bosniaco cede all’offerta del Fenerbahce di un ricco biennale, da decifrare il futuro di Lukaku e Correa per diverse ragioni, il Toro argentino pare l’elemento da cui ripartire

C’era una volta l’Inter vicecampione d’Europa. Finita la stagione i nerazzurri devono fare i conti con il mercato e la pianificazione della prossima annata. Un restyling sembra necessario in quasi tutti i reparti ma attualmente quello che sembra ancora da decifrare è il pacchetto avanzato. Nelle ultime ore giunge ai saluti Edin Dzeko. Dopo i vari tira e molla sul suo rinnovo a sparigliare le carte è arrivata l’offerta del Fenerbahce. La squadra turca ha messo sul piatto un biennale da 5 milioni più eventuali bonus e anche un paio di milioni alla firma. Un’offerta imperdibile per l’attaccante bosniaco a 37 anni. Quest’ultimo quindi saluta l’Inter che non poteva garantirgli certe cifre e soprattutto un contratto di due anni. Ecco che un protagonista dell’annata 22/23 se ne va.

Poi ci sono i capitoli Lukaku e Correa. Diversi ma nella sostanza simili, visto il futuro incerto. Il belga, che ha sempre giurato amore ai colori nerazzurri, è invischiato nell’intrigo tra la Beneamata e il Chelsea. In attesa che le società trovino un accordo, magari inserendo altre pedine di scambio, a Big Rom non resta che attendere gli sviluppi visto che andrà in vacanza dopo gli impegni con la propria nazionale. Quale sia la soluzione al momento non è dato saperlo. Il Tucu dal canto suo sembra aver perso il feeling con l’ambiente interista. I tifosi hanno spesso esternato il loro malcontento per le prestazioni dell’argentino e nonostante il buon rapporto con Simone Inzaghi le strade sembrano destinate a dividersi. Le offerte al momento latitano, ma il calciomercato è appena all’inizio, soprattutto la Premier League potrebbe accendere i fari sull’attaccante dell’albiceleste, con una buona offerta l’Inter è pronta a privarsene.

Detto tutto questo l’unico che rimane saldamente al timone dell’attacco nerazzurro è Lautaro Martinez. Il numero dieci, come sottolineato da Javier Zanetti, sta benissimo a Milano e non è intenzionato ad andarsene. Certo è che da solo non può molto. Se, dopo Dzeko, Lukaku non dovesse rimanere e Correa partire il reparto offensivo interista sarebbe da rifondare. Un problema non da poco per una squadra che nelle casse non ha una situazione rosea.

L’Inter si aggrappa a Lautaro Martinez in vista della prossima stagione – Fonte calciomercato.it

Il rischio di dover puntare su parametri zero e prestiti è alto ma soprattutto in assenza di cessioni eclatanti bisognerà fare di necessità virtù. Niente nomi altisonanti ma colpi di prospettiva, come già accaduto in difesa con l’approdo dell’under 21 tedesco Bisseck. L’unico profilo venuto fuori per l’attacco è quello di Dodi Lukebakio, 25enne dell’Hertha Berlino. Il belga, però, sembra legato a stretto giro al futuro di Lukaku visto che i due si conoscono bene per via della nazionale. Insomma la situazione è troppo ingarbugliata al momento per fare previsioni.

Se per la difesa e il centrocampo le idee sembrano esser abbastanza chiare, l’attacco rimane al momento un rebus. Il 13 luglio ci si raduna ad Appiano Gentile, chi saranno i bomber presenti non è dato saperlo.

Glauco Dusso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.