Home News Indigestione di reti al Mapei Stadium: Sassuolo – Sampdoria 3-5

Indigestione di reti al Mapei Stadium: Sassuolo – Sampdoria 3-5

1
CONDIVIDI

Defrel, Quagliarella, Linetty, Praet e Gabbiadini affossano i neroverdi. Boga, Duncan e Babacar leniscono l’umiliazione

Il Sassuolo nelle ultime sei apparizioni ha ottenuto tre pareggi ed altrettante sconfitte, l’ultimo successo è datato 26 gennaio (3-0 al Cagliari). Tra i convocati non figurano lo squalificato Bourabia e gli infortunati Brignola, Magnanelli e Rogerio. Djuricic, preferito a Babacar, agirà da prima punta e sarà affiancato a sinistra da Berardi e a destra da Boga. In mediana rientra Sensi.

La Sampdoria è reduce dal k.o. subito contro l’Atalanta ma non vuole abbandonare il sogno Europa League: vincere per alimentare la speranza è l’ imperativo. Nel canonico 4-3-1-2 di Giampaolo, complici i problemi fisici di Ramirez e Saponara, Defrel ricoprirà il ruolo di trequartista a supporto di Quagliarella e Gabbiadini.

Nei primi minuti di gara entrambe le compagini cercano di imporre il proprio ritmo. Al 15’ gli ospiti passano in vantaggio: Defrel ruba la sfera a Sensi e avvia un rapido contropiede che, nel prosieguo dell’azione, egli stesso suggella sfruttando una sponda di testa di Quagliarella. Al 37’ l’attaccante di Stabia ci delizia con una prodezza che vale il raddoppio: riceve palla al limite dell’area, si accentra partendo dalla sinistra e fredda un incolpevole Consigli. Il match si infiamma: in 120 secondi vengono realizzate altre due reti. Al 38’ Boga accorcia le distanze tramutando in oro un pallone radente messo in area da Lirola; al 39’ anche Linetty entra nel tabellino dei marcatori con un tocco da biliardo su assist all’indietro di Defrel.

La difesa neroverde nella ripresa non cambia registro e paga a caro prezzo le proprie disattenzioni: al 46’ Murru crossa dalla destra e Praet, sul secondo palo, con una spaccata trafigge per la quarta volta l’estremo difensore avversario. Al 64’ Duncan rende meno amaro il passivo con una conclusione da fuori deviata da Andersen. Lo squillo dell’ex Inter si rivela una goccia d’acqua nel deserto e la rimonta si trasforma in un miraggio quando al 72’ Gabbiadini, servito da Linetty, realizza il poker con un tiro ad incrociare. Al 92’ Babacar, prima del triplice fischio di Dionisi, regala ai propri tifosi un pregevole destro a giro che si insacca alle spalle di Audero.

Giornata da dimenticare per il Sassuolo: il buon atteggiamento messo in mostra nelle precedenti uscite deflagra al cospetto della compagine del presidente Ferrero. La fase difensiva dei neroverdi è stata troppo brutta per essere vera, l’augurio è che si sia solo trattato di una giornata negativa.

Tutto facile per la Sampdoria. Ventunesimo centro per Quagliarella che consolida il primo posto nella classifica dei marcatori. Giampaolo, al pari di De Zerbi, dovrà rivedere i meccanismi della retroguardia.

Paolo A.G. Pinna
Fonte foto: Il Messaggero

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.