Home News Il Salento sbarca in serie A e fa maledettamente sul serio

Il Salento sbarca in serie A e fa maledettamente sul serio

1

Ore decisive per il futuro del Lecce tra mercato e presentazioni: ecco le nuove maglie e le promozioni per andare allo stadio

L’ultima volta in cui il Lecce si affacciava ad affrontare un campionato di Serie A, si pensava ancora che il 2012 potesse essere secondo la tradizione Maya la fine del mondo, la fine di tutto. E chissà se in questi anni i tifosi giallorossi non abbiano pensato, tra atti giudiziari e campionati di serie C, che sia finito il tempo di vedere al Via del Mare i campioni più forti del calcio nostrano.

E invece… il mondo non è finito, i tribunali sono solo un brutto ricordo e il Via del Mare sarà pronto, dal prossimo agosto, ad accogliere Ronaldo&compagnia. Ma con quali programmi?

Andando per ordine, ieri è stato il giorno della presentazione delle nuove maglie. Gialli come il sole e rossi come il cuore, come la tradizione vuole e pretende. Seconda maglia azzurra che richiama il proverbiale mare leccese mentre la terza riprende il bianco utilizzato nella stagione passata.

Ieri è stato anche il giorno in cui i tifosi hanno conosciuto i nuovi prezzi previsti per la campagna abbonamenti 19/20, con riduzioni previste per gli abbonati delle stagioni precedenti.

Il nuovo listino prezzi del Lecce per gli abbonati

Capitolo mercato: il 4-3-1-2 di mister Liverani (nelle scorse ore confermato definitivamente dopo l’accostamento alla Lazio) necessita di abbondanti interpreti sulla mediana ed ecco che spuntano i nomi di Bertolacci (ex nel 2011/12) e Saponara (di proprietà Fiorentina e in scadenza 2021). Tachtsidis, sarà il primo acquisto ufficiale e verrà riscattato dal Nottingham Forest per una cifra vicina al mezzo milione di euro.

Insomma, dopo un maggio indimenticabile, in Salento si ha già la sensazione che l’Inferno calcistico in cui si era incappati si sia trasformato in Paradiso, e i campioni ora non ci verranno più solo per fare vacanza.

Fonte foto: Anza e Marco Lezzi, Lecceprima

Renato De Filippi

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.