Home News Il ritorno del re: alla Roma basta Dzeko per battere l’Udinese. Analisi...

Il ritorno del re: alla Roma basta Dzeko per battere l’Udinese. Analisi e pagelle

1

Un gol del bosniaco permette ai giallorossi di sconfiggere la squadra di Tudor e superare momentaneamente il Milan al quarto posto

Seconda vittoria di fila. Difesa ancora imbattuta e poi il ritorno del re, di Dzeko, che con un colpo da biliardo fa volare la sua Roma. Un pomeriggio perfetto quello dei giallorossi, che battono l’Udinese di misura.

Ranieri rilancia il basico 4-4-2 con Dzeko e Schick in attacco. In difesa perde Florenzi, sostituito da Marcano. Partono meglio i bianconeri, che nei primissimi minuti  provano a chiudere i capitolini nella propria area di rigore sfiorando il gol con De Paul e soprattutto con Mandragora, che da fuori testa i riflessi di Mirante. Poco dopo è pericoloso Lasagna in diagonale, ma c’è anche la Roma. I padroni di casa alzano i ritmi dopo la mezz’ora, con El Shaarawy che sfiora il vantaggio con un colpo di testa che sorvola di poco la traversa. Al 36′ è la volta di Marcano che, in proiezione offensiva, ci prova con un mancino secco dall’interno dell’area, trovando soltanto i guantoni di Musso. Termina così un primo tempo non spettacolare e ancorato sullo 0-0. Ranieri decide quindi di cambiare, inserendo Pellegrini per Schick e il ritmo dei suoi sembra aumentare. A spaventare però è sempre l’Udinese, che centra anche un palo esterno grazie al colpo di testa di De Maio su un cross dall’esterno mal interpretato da Mirante. La risposta giallorossa arriva sempre per vie aeree, con Dzeko che al 64′ impegna seriamente Musso, bravo a distendersi sulla frustata del bosniaco. La gioia del numero 9 è soltanto rimandata, perchè al 67′ trova il vantaggio con un tocco preciso a tu per tu con Musso su un filtrante di El Shaarawy, tornando a segnare all’Olimpico in campionato dopo un anno esatto. I giallorossi amministrano quindi il vantaggio, cercando di tenere il pallone e concedendo poco alla squadra di Tudor. Alla fine termina così, con una vittoria fondamentale per i capitolini.

Una squadra compatta e cinica quella di Ranieri. Non si bada alla forma, ma al risultato. E alla fine è stata vittoria. Tre punti importantissimi in chiave Champions, e che permettono alla Roma, almeno per poche ore, di superare il Milan al quarto posto. Si comincia a vedere il lavoro del tecnico testaccino. Difesa quadrata e attenta per 90 minuti. Poco spettacolo ma tanta volontà. Non era mai accaduto in questa stagione che la retroguardia registrasse due clean sheet consecutivi. Ora l’Inter, in un match che, a questo punto, può dire veramente tanto.

Ottimo avvio, invece, per l’Udinese, crollato però alla distanza. Buono comunque l’atteggiamento dei friulani, sulla retta via per la salvezza nonostante il ko.

LE DICHIARAZIONI DI RANIERI

“Abbiamo sofferto molto nel primo tempo, abbiamo cercato di togliere loro il contropiede e i primi 5-7 minuti sono stati pericolosissimi. Poi abbiamo preso le misure, non siamo riusciti a fare quello che chiedevo, ma faccio i complimenti ai ragazzi, non si sono mai disuniti. Avevo detto che sarebbe stata difficile e così è stato”

LE PAGELLE DELLA ROMA

Mirante 6 Altro clean sheet. Tolta un’uscita avventata, ottima prestazione.

Marcano 6 Si ricicla terzino e non sfigura. Attento in fase difensiva ed ottimo in quella di impostazione.

Manolas 7 Raramente in affanno, tiene sempre banco e svetta su tutti.

Fazio 6,5 Da un paio di gare a questa parte sembra un altro giocatore dopo i disastri stagionali. Ritrova fiducia e condizione, permettendo alla Roma di mantenere la porta inviolata.

Jesus 5,5 Inizialmente soffre la velocità degli attaccanti dell’Udinese. Esce all’intervallo per un duro colpo in testa preso allo scadere del primo tempo. Florenzi 6,5 Offre alla Roma quella soluzione offensiva sulle corsia di destra che troppo era mancata nel primo tempo.

De Rossi 5,5 Un po’ stanco il capitano, che fa poco filtro e sbaglia più di un appoggio semplice. Esce stremato e acciaccato. Under 6 Ha voglia di dimostrare, ma spesso è troppo egoista.

Cristante 6 Prova diligente e di lotta in mezzo al campo.

El Shaarawy 7 Conferma la stagione su ottimi livelli. Una spina nel fianco quasi costante per la difesa dell’Udinese. Magistrale l’assist per Dzeko.

Zaniolo 6 Corre, suda e si dà da fare, non mollando mai un centimetro. Non ha grosse occasioni sui piedi, ma è autore comunque di un ottima prestazione.

Schick 5 Si vede poco il ceco, gettando l’ennesima occasione. Pellegrini 7 Il suo ingresso cambia il match. Dà soluzioni e qualità alla Roma.

Dzeko 7,5 Da Roma-Chievo a Roma-Udinese. Un anno esatto di astinenza da gol davanti ai suoi tifosi. Una rete di vitale importanza, che incanala nel verso giusto il match e cambia la sua partita, sobbarcandosi da lì in poi la squadra sulle spalle.

Ranieri 6,5 Sbaglia la formazione in partenza, ma poi rimedia con i cambi. Gli ingressi di Florenzi e Pellegrini, infatti, risultano decisivi. Il suo lavoro si comincia a notare soprattutto per quanto riguarda la tenuta difensiva.

Federico Leoni

fonte foto: forzaroma.info

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.