Home News Il nuovo stadio di Cagliari si chiamerà GIGI RIVA

Il nuovo stadio di Cagliari si chiamerà GIGI RIVA

   Tempo di lettura 1 minuto

E’ deciso! Il consiglio comunale di Cagliari, all’unanimità, ha votato l’intitolazione dell’impianto, che sostituirà il Sant’Elia, al bomber dei bomber

Il mito dei miti, non si può pensare diversamente quando si parla di Gigi Riva. L’uomo che per i sardi ha fatto la differenza, fuori e dentro il campo di calcio. L’uomo dello storico scudetto, la bandiera, il simbolo della coerenza, del legame tra calciatore e società, tifosi, terra. Rombo di tuono è questo e molto altro per i tifosi cagliaritani e per i sardi in generale. Seppur ancora in vita, il popolo sardo vuole dimostrargli tutto il proprio amore con un riconoscimento giunto in questi giorni con la decisione, appunto, di intitolargli il nuovo impianto che ospiterà la squadra sarda nel prossimo futuro. Un impianto effettivamente futuristico, multifunzionale e con una capienza di 30.000 posti. Così il nome di Gigi Riva continuerà a marchiare la storia del Cagliari ancora per lungo tempo, segno e simbolo di un amore reciproco mai affievolito dal tempo.

Fonte foto: unionesarda.it

Luigi A. Cerbara

1 commento

  1. […] Nella prima stagione in terra sarda (’63/’64), arriva subito la vittoria del campionato cadetto ed il Cagliari sale in Serie A, dove rimarrà ininterrottamente per le 12 stagioni successive e dove Riva, tra campionato e coppe, in 378 presenze realizza 208 goal, miglior marcatore assoluto nella storia del club. Nella stagione ’69/’70 porta il Cagliari alla vittoria dello storico scudetto con 21 goal in 28 presenze, vincendo anche il titolo di capocannoniere, così come nel ’66/’67 (18 reti) e ’68/’69 (20 reti). La sua ultima stagione, prima del ritiro e con il Cagliari retrocesso in Serie B, è quella del ’76/’77, dove però Riva non scende mai in campo. Nel Cagliari è stato anche dirigente, Presidente e Presidente Onorario. Gigi esordisce in Nazionale il 27 Giugno 1965 a Budapest e veste la maglia azzurra sino al 19 Giugno 1974 e come detto, in 42 presenze realizza 35 goal, un record ancora oggi imbattuto. In maglia azzurra vince il titolo europeo nel 1968, mentre è vice campione del Mondo nel 1970, nella storica edizione con la partita del secolo 4-3 sulla Germania e la finale persa 4-1 con il Brasile di Pelè. Ha sfiorato il pallone d’oro con il secondo posto del 1969 dietro Gianni Rivera ed il terzo posto del 1970. Ha vinto il Campionato del Mondo del 2006 come Capo Delegazione della Nazionale azzurra. Nel novembre 2022 era uscito un film sulla sua vita (Leggi qui), un evento più unico che raro per lui così schivo e riservato, un pezzo di storia da lui stesso raccontata e che parla non solo di calcio. A Marzo del 2023 diviene ufficiale l’intitolazione a suo nome del nuovo stadio del Cagliari, in costruzione (Leggi qui). […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.