Home News Il Napoli vince 3-1 e condanna il Chievo alla Serie B, analisi...

Il Napoli vince 3-1 e condanna il Chievo alla Serie B, analisi e pagelle

1

Partenopei trascinati da una doppietta di Koulibaly e da un gol del solito Milik, festa scudetto della Juventus rinviata 

Una vittoria importante quella del Napoli, non tanto per il risultato in sé ma per come è arrivata. Ancelotti mette in campo tutti i titolarissimi contro l’ultima della classe ed ottiene un successo convincente in vista della difficile sfida di ritorno contro l’Arsenal. Veneti in B per la prima volta dal 2008. Vediamo nel dettaglio la cronaca del match.

Nel primo tempo la prima occasione è di Zielinski, che calcia alto dopo essere stato imbeccato da Insigne. Risponde Meggiorini poco dopo, ma il suo colpo di testa è parato facilmente da Ospina. Al 15′ il Napoli passa in vantaggio. Il merito è di Koulibaly, che su corner di Mertens anticipa tutti sul primo palo e sigla l’1-0. Meno preciso al 25′ è invece Chiriches, che spreca una bella punizione tesa di Insigne e mette a lato di testa. Il Chievo prova timidamente ad affacciarsi in avanti, ma l’unica occasione che riesce a creare è un colpo di testa debole di Barba. Per il resto gli uomini di Ancelotti controllano l’andamento del match e vanno al riposo sull’1-0.

Nella ripresa va subito vicino al gol il Napoli, con Callejon che calcia di destro in diagonale su assist di Mertens, para Sorrentino. Pochi istanti dopo risponde Meggiorini per i padroni di casa, ma Ospina blocca senza problemi il suo tiro dalla distanza. I partenopei non creano molto, ma controllano il match e colpiscono con grande cinismo. Al 65′ infatti arriva il raddoppio: Milik riceve da Zielinski al limite dell’area dell’area e scarica un preciso interno mancino alle spalle dell’incolpevole Sorrentino. E’ 2-0. Solo Messi in Europa ha segnato più gol da fuori area del centravanti polacco. In vantaggio di due reti il Napoli gioca sul velluto, andando vicino al 3-0 con un bel destro di Callejon deviato in angolo da Sorrentino. Poco male, perché la terza rete arriva poco dopo e la segna ancora Koulibaly, bravo ad insaccare di sinistro dopo una respinta su corner di Sorrentino. Prima doppietta italiana per il difensore senegalese. Nel finale c’è il tempo per il gol della bandiera di Cesar su assist di Kiyine, ma nella sostanza cambia poco o nulla. Il Napoli vince, consolida il secondo posto e rinvia di una settimana la festa scudetto della Juventus. Condivisibile la scelta di Ancelotti di schierare molti titolari, serve mantenere la tensione alta per arrivare al meglio alla sfida clou di giovedì contro l’Arsenal.

Il Chievo perde ancora e dice matematicamente addio alla Serie A dopo undici anni. Una stagione nata e proseguita in mezzo alle difficoltà, che neanche la piccola squadra dei miracoli questa volta è riuscita a raddrizzare.

Le dichiarazioni 

Queste le parole di Ancelotti al termine del match: “Abbiamo avuto molta attenzione ma anche preoccupazione, ci può servire in vista della partita contro l’Arsenal. Questo è un gruppo sano, ha attraversato solo un momento particolare, dobbiamo pensare alla gara di giovedì, ci proveremo con tutte le nostre energie. Non ho risolto ancora i dubbi di formazione, oggi ho schierato una formazione di carattere, non volevo cambiare tanto, la squadra dal punto di vista fisico ha reagito bene. Contro l’Arsenal siamo stati sorpresi dalla pressione nei primi minuti, nella seconda parte siamo cambiati, abbiamo avuto le opportunità per riaprire la partita. Milik-Mertens-Insigne insieme contro l’Arsenal? E’ una possibilità”.

Le pagelle 

Ospina 6: Inoperoso praticamente per tutta la partita, può poco sul gol della bandiera del Chievo. Sostanzialmente senza voto.

Hysaj 6: Anche per lui partita piuttosto tranquilla, si spinge qualche volta in avanti e difende senza affanno le poche offensive del Chievo.

Chiriches 6,5: In difesa non sbaglia nulla, anche perché il Chievo davanti è poca cosa. Va anche vicino al gol, ma il suo colpo di testa su punizione di Insigne è impreciso. Buona gara.

Koulibaly 7,5: Serata di gloria sotto porta per il difensore senegalese: prima doppietta in Serie A ed altra prova maiuscola. Sempre più imprescindibile per questo Napoli, in entrambe le aree di rigore.

Ghoulam 5,5: Sbaglia nel finale sul gol di Cesar, ma anche nel resto del match brilla poco. Sembra lontano parente del giocatore pre infortunio. Peccato.

Callejon 6: Solito lavoro a tutta fascia per l’esterno spagnolo, che va anche vicino al gol in più di un’occasione. Buona prova in preparazione della sfida di giovedì contro l’Arsenal. Dall’81’ Verdi sv.

Fabian Ruiz 6: Prestazione ordinaria per il mediano del Napoli. Nessuno spunto e nessun errore particolare, giusto lo stretto indispensabile. Gestisce senza problemi la manovra della squadra. Dal 73′ Younes sv.

Zielinski 6,5: Buona gara per il centrocampista polacco, che anche oggi fornisce un assist vincente ai suoi compagni (col Genoa era Mertens con il Chievo invece Milik). In crescita nelle ultime settimane in entrambe le fasi, soprattutto quella offensiva.

Insigne 6: Ancelotti lo mette in campo per fargli accumulare minuti, anche se il fantasista partenopeo non è ancora al 100% e si vede. Qualche buona giocata, ma con l’Arsenal servirà qualcosa di più. Dal 67′ Allan 6: entra e fa il suo congelando il ritmo del match. Utile.

Mertens 6,5: Anche se non segna il folletto belga là davanti si muove molto ed è al centro di praticamente tutte le occasioni pericolose create dal Napoli. Ottimo il suo assist per il primo gol di Koulibaly.

Milik 7: Il centravanti polacco tocca quota 20 gol in stagione, di cui 6 fuori area. Indiscutibilmente il trascinatore del Napoli in questa stagione. Ora deve guidare l’impresa con l’Arsenal per elevare ancor di più il suo status di grande giocatore.

Ancelotti 6,5: Rischia un po’ mettendo in campo tanti titolari ma l’idea di base è giusta, serviva tenere tutti sull’attenti per arrivare nel migliore dei modi alla partita di giovedì che può decidere la stagione.

Luca Missori

(Fonte immagine: larena.it)

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.