Home News Il Napoli espugna Brescia pur soffrendo – analisi e pagelle

Il Napoli espugna Brescia pur soffrendo – analisi e pagelle

1
Napoli's Lorenzo Insigne (2 from L) jubilates after scoring the goal 1-1 during the Italian Serie A soccer match Brescia Calcio vs SSC Napoli at the Mario Rigamonti stadium in Brescia, Italy, 21 February 2020. ANSA/FILIPPO VENEZIA

La squadra di Gattuso porta a casa 3 punti fondamentali per la rincorsa per l’Europa. Le rondinelle hanno dalla loro la volontà di averci provato

Il primo tempo porta il Napoli subito alla ribalta, con Mertens che battezza la traversa da posizione defilata beffardo il portiere Joronen. Poco dopo Fabian conclude a giro ma la palla si infrange sopra la traversa. Sempre Mertens su suggerimento di Insigne conclude addosso a Joronen. Al 26′ arriva il goal del vantaggio del Brescia, su angolo di Tonali il forte difensore Chancellor imbecca di testa battendo Ospina. Poco prima dello scadere del primo tempo Mario Balotelli svetta e di testa manda al lato.

Nella ripresa la partita s’impenna già dopo 3 minuti, quando l’arbitro Orsato assegna un penalty, dopo aver consultato il VAR, a causa di un tocco di mano di Mateju. Dal dischetto va Lorenzo Insigne che realizza la rete del pareggio.

Al 54esimo avviene il sorpasso del Napoli con il centrocampista spagnolo Fabian Ruiz il quale riceva palla sul vertice destro dell’area di rigore, si accentra leggermente e dal limite fa partire un sinistro a giro splendido. La sfera si infila alla perfezione proprio all’incrocio dei pali: Joronen ci prova ma non può fare nulla.

Al 59′ Fabian riprova con un altro tiro a giro a sorprendere Joronen, che anticipa e riesce a respingere. Al 64′ viene annullato un goal a Mertens per fuorigioco. Il belga aveva nel frattempo superato Joronen e segnato. Ci prova anche Balotelli che devia di poco a lato un passaggio di Skrabb. Nel finale forcing del Brescia alla ricerca del goal del pareggio.

Il Brescia perde di misura contro il Napoli pur giocando una discreta partita sul piano del ritmo. Se le prestazioni dovessero essere queste d’ora in avanti le chance di salvarsi aumenterebbero.

Vincere su un terreno così difficile non è mai scontato. Il Napoli riesce a portare a casa 3 punti importantissimi in chiave rincorsa Europa.

Ecco le parole di Mister Gattuso a fine partita: “Abbiamo fatto una buona partita contro un avversario grintoso e che non ci ha regalato nulla. Rincorsa Champions? Ancora è presto per parlare, dobbiamo guardare partita dopo partita quello che succede

Pagelle

Ospina 6 – Incolpevole sul gol di Chancellor, presente e reattivo nel corso dl match.

Di Lorenzo 6,5 – Un valore aggiunto anche in avanti, soprattutto nel secondo tempo.

Manolas 6,5
 – Chancellor segna indisturbato nella sua zona di copertura, in altre situazioni è pronto a metterci una pezza, soprattutto nei contrasti con Mario Balotelli.

Maksimovic 6 – Peccato per il gol subìto. Difesa addormentata e punita senza appello dal Brescia.

Mario Rui 6,5 – Troppo spesso sottovalutato, non delude nella sua zona di competenza.

Fabian 6,5 – Un goal bello per quanto raro, tiro a giro che batte Joronen senza scampo.

Demme 5,5 – Prima gara in cui non ha brillato da quando veste la maglia azzurra.
(Dall’86’ Allan s.v.)

Elmas 5 – In difficoltà dal punto di vista fisico, Gattuso lo richiama più volte dalla panchina nel corso del match.
(Dal 76′ Zielinski s.v.)

Politano 5 – Delude in campo, mai un colpo di estro. Mai pericoloso nei pressi dell’area di rigore avversaria.

Mertens 6 – Prova in tutti i modi a raggiungere Marek Hamsik in cima alla classifica dei marcatori. Un tocco sopraffino che però sbatte sul montante, nulla di fare neanche nel secondo tempo quando l’arbitro annulla il suo gol per fuorigioco.
(Dal 67′ Milik 5.5 – Si vede poco in avanti, nell’ultima mezz’ora la squadra non attacca molto e si ripiega in fase difensiva)

Insigne 6,5 – Gioca con grande personalità e si conferma il miglior marcatore dell’era Gattuso

Gattuso 6.5 ‐ Il merito più grande è quello di avere finalmente dei giocatori che seguono il proprio allenatore

Fonte della foto: Ansa

Cesare D’Agostino

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.