Home News Il Napoli batte la Lazio tra le polemiche. Al San Paolo finisce...

Il Napoli batte la Lazio tra le polemiche. Al San Paolo finisce 2-1. Analisi e pagelle

0
CONDIVIDI

A segno Callejon, Milik e Immobile. Molti dubbi sull’espulsione di Acerbi a metà ripresa

Niente da fare. La Lazio si arrende per l’ennesima volta ad una big del campionato. Allo stadio San Paolo vince il Napoli per 2-1 al termine di un match spettacolare e ricco di occasioni.

Cronaca della partita

Iniziano bene i capitolini, che sfiorano il goal con un colpo di testa di Milinkovic Savic su cui Meret si supera. Successivamente salgono in cattedra gli uomini di Ancelotti, che colpiscono due pali con Milik e poi trovano il vantaggio con Callejon al primo centro stagionale (il sesto in carriera alla Lazio, sua vittima preferita).

Dopo pochi minuti arriva anche il raddoppio, direttamente da calcio di punizione con Milik (eccessivo il giallo mostrato ad Acerbi per il fallo su Callejon). Il doppio vantaggio dà nuova linfa ai padroni di casa che chiudono la prima frazione in crescendo e in pieno controllo del match.

Nella ripresa Inzaghi lascia negli spogliatoi un deludente Lukaku e inserisce un più ispirato Correa, che cambia il volto dei biancocelesti. Dopo un grosso spavento dovuto alla traversa colpita da Fabian Ruiz, la Lazio si smuove dal torpore inizia ad impensierire seriamente la retroguardia napoletana.

Meret salva una prima volta su Immobile, ma non può nulla sul secondo tentativo del centravanti di Torre Annunziata. Partita riaperta e inerzia che passa dalla parte della Lazio.

A spegnere le speranze ci pensa però l’espulsione di Acerbi per somma di ammonizioni. Già in occasione del primo giallo, la decisione dell’arbitro Rocchi era apparsa errata, sul secondo invece aleggiano non pochi dubbi.

Si ferma a 149 la striscia di partite consecutive dell’ex difensore del Sassuolo. Sfuma quindi la possibilità di arrivare al record di Javier Zanetti a quota 161.

Il finale di gara è quindi ad appannaggio degli azzurri, che con qualche affanno di troppo riescono a portare il risultato a casa.

Analisi di Napoli-Lazio

Nel complesso i partenopei hanno meritato la vittoria, viste le molteplici occasioni create e le assenze pesanti a cui hanno dovuto far fronte. Nonostante sia oggettivamente difficile, la speranza di lottare per lo scudetto si riaccende seppur in maniera flebile.

In casa Lazio c’è invece un doppio rammarico, in prima istanza per i soliti cali di concentrazione e la passività mostrata in alcuni frangenti cruciali, ma anche per un episodio arbitrale piuttosto controverso.

Il prossimo turno propone la sfida contro la capolista Juventus, con Inzaghi che dovrà rinunciare oltre che agli squalificati Acerbi e Marusic, anche a Luiz Felipe uscito infortunato (risentimento al flessore della coscia sinistra) nel corso del primo tempo.

Dichiarazioni Ancelotti

“Avevamo assenze importanti, ma nessuno se ne è accorto. Abbiamo avuto qualche patema dopo il gol di Immobile. Potevamo gestire meglio, ma tutti hanno mostrato generosità e sacrificio. La Juve? Nessun obiettivo a lungo termine, ora abbiamo due partite contro il Milan e pensiamo a quelle. Poi alla fine vediamo che succede”.

Dichiarazioni Inzaghi

A mio parere le ammonizioni ad Acerbi non c’eranoLe ho riviste, nel secondo episodio il mio giocatore prende la palla. Callejon è stato il più furbo. Il Napoli non ha rubato nulla comunque. Quando abbiamo riaperto la partita mi sarebbe piaciuto giocarla con tutti gli uomini. Spiace, le altre corrono, non aspettano. Il campionato rimane aperto, ripartiamo da questi 25 minuti. 

Pagelle Napoli

Meret 6,5: Chiude alla grande sui tentativi da distanza ravvicinata di Milinkovic e Immobile.

Malcuit 6,5: Molto bene sia in fase difensiva, sia in quella offensiva. Il nuovo titolare della fascia destra è lui.

Maksimovic 6: Ogni tanto cala di concentrazione, ma alla fine riesce a portare a casa la sufficienza.

Albiol 6: Tutto molto bene, eccetto l’occasione in cui si fa infilare da Immobile, che riapre la contesa.

Mario Rui 6: Svolge il compitino facendo bene in entrambe le fasi di gioco.

Callejon 7: Quando vede la Lazio non ha pietà. Va a segno e si procura la punizione da cui scaturisce il 2-0 partenopeo.

Fabian Ruiz 7,5: Il padrone del centrocampo. Grazie alle sue immense qualità detta i tempi e fa girare la squadra. La traversa gli nega un goal che avrebbe ampiamente meritato.

Diawara 6: Con un compagno di reparto così sugli scudi, si limita a tamponare le incursioni centrali degli ospiti.

Zielinski 6,5: Finalmente è tornato a grandi livelli dopo alcune prestazioni incolore. Si propone con costanza e fornisce assist agli avanti azzurri.

Mertens 6,5: Suo il filtrante per Callejon in occasione del goal dell’1-0. Tiene in apprensione la difesa avversaria con il suo dinamismo.

Milik 7,5: Due pali, un goal capolavoro su calcio di punizione e tanto lavoro sporco. Cosa chiedergli di più?

Dal 72′ Verdi 6: Contribuisce al successo dei suoi tenendo palla in zona offensiva nei minuti finali.

Dall’82’ Ounas s.v 

Dall’87’ Hysaj s.v

Ancelotti 6,5: Riesce a sopperire molto bene alle assenze con scelte oculate, tra cui quella di puntare su Malcuit e Mario Rui sugli esterni. Rischia di complicarsi la vita nel secondo tempo prestando il fianco alla Lazio, ma l’espulsione di Acerbi gli spiana nuovamente la strada.

Pagelle Lazio

Strakosha 6,5: Tiene in partita la Lazio, con un paio di parate molto importanti.

Luiz Felipe 6: Non aveva iniziato male, ma è costretto ad arrendersi dopo meno di mezzora per via di un infortunio muscolare.

Acerbi 5,5: Paga le severe decisioni arbitrali e suo malgrado si ritrova a lasciare in dieci i suoi compagni. La sua assenza peserà tantissimo contro la Juventus.

Radu 5: Anche stavolta si fa sorprendere da Callejon. Inoltre va spesso in affanno su Milik.

Lulic 6: Un po’ in affanno sulla fascia destra nella prima frazione, decisamente meglio sulla fascia sinistra nella ripresa, sua posizione naturale.

Parolo 6,5: Il solito tuttofare. Inizia da mezzala per poi spostarsi sull’esterno. Indispensabile anche in fase difensiva con varie coperture decisive.

Lucas Leiva 5: Da un suo errore nasce il vantaggio napoletano. Pecca di imprecisione in fase di impostazione. Prestazione insolita per uno come lui…

Milinkovic Savic 5: Rovina un’ottima gara con la leggerezza che porta all’espulsione di Acerbi. Un giocatore così importante non può permettersi certe leggerezze al limite dell’area.

Jordan Lukaku 5: Si vede che non ha il ritmo partita. Perde nettamente il duello con Malcuit ed è disattento sull’inserimento vincente di Callejon.

Luis Alberto 5,5: Si accende ad intermittenza. In una partita del genere serviva più grinta e personalità.

Immobile 7: Nelle occasioni in cui viene servito è sempre pericoloso. Riaccende le speranze laziali con un goal di grande precisione.

Dal 28′ Bastos 5: Un suo errore di posizionamento tiene in gioco Milik in occasione del goal di Callejon.

Dal 46′ Correa 7: Cambia volto alla partita. Le sue intuizioni tengono in apprensione la difesa napoletana e permettono ad Immobile di andare a segno.

Dal 73′ Patric 6: Si fa apprezzare per l’impegno, ma spesso va fuori ruolo.

Simone Inzaghi 5,5: Continua il tabù Napoli e in generale contro le grandi. Ormai è la prassi, anche nelle modalità: buone prove fino ad un certo punto e poi black out. Per la Champions League serve un cambio di passo in tal senso.

Antonio Pilato

Fonte immagine: sport.virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.